Cicerone - Brutus - 105

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 105.

Versione originale in latino


Carbo, quoi vita suppeditavit, est in multis iudiciis causisque cognitus. hunc qui audierant prudentes homines, in quibus familiaris noster L. Gellius qui se illi contubernalem in consulatu fuisse narrabat, canorum oratorem et volubilem et satis acrem atque eundem et vehementem et valde dulcem et perfacetum fuisse dicebat; addebat industrium etiam et diligentem et in exercitationibus commentationibusque multum operae solitum esse ponere.

Traduzione all'italiano


Carbone, che ebbe vita più lunga, si fece conoscere in molti processi penali e civili. I competenti che ebbero modo di ascoltarlo, e fra costoro il mio amico Lucio Gellio, che narrava di esserne stato al seguito durante il suo consolato, diceva che era un oratore dalla voce melodiosa, spedito, e piuttosto vigoroso, e nello stesso tempo focoso, assai piacevole e molto arguto; aggiungeva che era operoso e diligente, e che era solito dedicare molto tempo all'esercizio e alla preparazione dei suoi di scorsi.

Trova ripetizioni online e lezioni private