Traduzione di Paragrafo 17 - Socrate e Santippe (sezioni 1 - 3), Libro 1 di Aulo Gellio

Versione originale in latino


Xantippe, Socratis philosophi uxor, morosa admodum fuisse dicitur, et iurgiosa irarumque et molestiarum muliebrium per diem perque noctem scatebat. Has eius intemperies in maritum Alcibiades demiratus interrogavit Socraten, quaenam ratio esset, cur mulierem tam acerbam domo non exigeret. "Quoniam", inquit Socrates, "cum illam domi talem perpetior, insuesco et exerceor, ut ceterorum quoque foris petulantiam et iniuriam facilius feram". [...]

Traduzione all'italiano


Si dice che Santippe, moglie del filosofo Socrate, fosse molto scontrosa e litigiosa, e piena di giorno e di notte di ira e molestie tipicamente femminili. Sorpreso di queste sue stravaganze al marito, Alcibiade interrogò Socrate se ci fosse qualche ragione del perchè non avesse mandato via di casa una moglie così acerba. "Poichè" disse Socrate "quando tollero quel tale siffatto in casa, mi abituo e mi esercito a sopportare più agevolmente anche l'ingiustizia e l'insolenza di tutti gli altri fuori". [...]

Trova ripetizioni online e lezioni private