Traduzione di Paragrafo 1, Libro 1 di Agostino

Versione originale in latino


Magnus es, Domine, et laudabilis valde: magna virtus tua et sapientiae tuae non est numerus. Et laudare te vult homo, aliqua portio creaturae tuae, et homo circumferens mortalitatem suam, circumferens testimonium peccati sui et testimonium, quia superbis resistis; et tamen laudare te vult homo, aliqua portio creaturae tuae. Tu excitas, ut laudare te delectet, quia fecisti nos ad te et inquietum est cor nostrum, donec requiescat in te. Da mihi, Domine, scire et intellegere, utrum sit prius invocare te an laudare te et scire te prius sit an invocare te. Sed quis te invocat o nesciens te? Aliud enim pro alio potest invocare nesciens. An potius invocaris, ut sciaris? Quomodo autem invocabunt, in quem non crediderunt? Aut quomodo credunt sine praedicante? Et laudabunt Dominum qui requirunt eum. Quaerentes enim inveniunt eum et invenientes laudabunt eum. Quaeram te, Domine, invocans te et invocem te credens in te; praedicatus enim es nobis. Invocat te, Domine, fides mea, quam dedisti mihi, quam inspirasti mihi per humanitatem Filii tui, per ministerium praedicatoris tui.

Traduzione all'italiano


Grande sei, o Signore, e molto degno di lode: grande (è) la tua capacità, e non c’è limite alla tua sapienza. E l’uomo, una piccola porzione della tua creazione, vuole lodarti, l’uomo che porta in giro la propria mortalità, che porta in giro la testimonianza del proprio peccato e la testimonianza che (tu) resisti ai superbi: e tuttavia l’uomo, una piccola porzione della tua creazione, vuole lodarti. Tu fai in modo che si provi gioia nel lodarti, poiché hai creato noi per Te, ed il nostro cuore è inquieto finché non trovi quiete in te. Concedimi, o Signore, di sapere e di capire, se sia prima l’invocarti oppure il lodarti, e se venga prima il conoscerti o l’invocarti. Ma chi, se (prima) non ti conosce, ti invoca? Infatti non conoscendo(ti) può invocare l’uno per l’altro. O piuttosto sei invocato per essere conosciuto? In che modo, poi, invocheranno (colui) nel quale non hanno creduto? O in che modo invocheranno senza chi annunci? E coloro i quali lo cercano, loderanno il Signore. Infatti, cercando(lo), lo trovano, e trovando(lo) lo loderanno. Che io ti cerchi, o Signore, invocandoti, e che io ti invochi, credendo in Te: infatti a noi sei stato annunciato. La mia fede, o Signore, ti invoca, quella che mi hai dato, quella che mi hai instillato attraverso l’umanità del tuo figlio, attraverso l’impiego del tuo annunciatore.

Trova ripetizioni online e lezioni private