Ali Q di Ali Q
Mito 23936 punti

Edipo a Colono - Parodo, vv. 203-225

{ΧΟ.} Ὦ τλάμων, ὅτε νῦν χαλᾷς,
αὔδασον, τίς ἔφυς βροτῶν;
τίς ὁ πολύπονος ἄγῃ; τίν' ἂν
σοῦ πατρίδ' ἐκπυθοίμαν;
{ΟΙ.} Ὦ ξένοι, ἀπόπτολις· ἀλλὰ μὴ –
{ΧΟ.} Τί τόδ' ἀπεννέπεις, γέρον;
{ΟΙ.} μή, μή μ' ἀνέρῃ τίς εἰμι,
μηδ' ἐξετάσῃς πέρα ματεύων.
{ΧΟ.} Τί τόδ';
{ΟΙ.} Αἰνὰ φύσις.
{ΧΟ.} Αὔδα.
{ΟΙ.} Τέκνον, ὤμοι, τί γεγώνω;
{ΧΟ.} Τίνος εἶ σπέρματος, <ὦ>
ξένε, φώνει, πατρόθεν;
{ΟΙ.} Ὤμοι ἐγώ, τί πάθω, τέκνον ἐμόν;
{ΑΝ.} Λέγ', ἐπείπερ ἐπ' ἔσχατα βαίνεις.
{ΟΙ.} Ἀλλ' ἐρῶ· οὐ γὰρ ἔχω κατακρυφάν.
{ΧΟ.} Μακρὰ μέλλετον, ἀλλὰ τάχυνε.

{ΟΙ.} Λαΐου ἴστε τιν' ἔκγονον;
{ΧΟ.} Ἰού.
{ΟΙ.} Τό τε Λαβδακιδᾶν γένος;
{ΧΟ.} Ὦ Ζεῦ.
{ΟΙ.} Ἄθλιον Οἰδιπόδαν;
{ΧΟ.} Σὺ γὰρ ὅδ' εἶ;
{ΟΙ.} Δέος ἴσχετε μηδὲν ὅσ' αὐδῶ.
{ΧΟ.} Ἰώ, ὢ ὤ.
{ΟΙ.} Δύσμορος.
{ΧΟ.} Ὢ ὤ.
{ΟΙ.} Θύγατερ, τί ποτ' αὐτίκα κύρσει;

Coro
O sventurato, poiché adesso sei tranquillo,
parla, quale nascita sei degli uomini?
Chi che, così carico d’affanni, sei guidato?
Qual è la tua patria potremmo sapere?

Edipo
O ospiti, sono senza patria, ma non…

Coro
Che cos’è questo che vieti, vecchio?

Edipo
Non, non chieda (nessuno) chi sono.
Che nessuno indaghi oltre cercando di sapere.

Coro
Che cosa?

Edipo
Natura mostruosa.

Coro
Parla!

Edipo
Figlia, ahimè, che cosa faccio?

Coro
O straniero, di quale seme sei, dimmi, da parte di padre?

Edipo
Ahimé, che cosa potrei soffrire, figlia mia?

Coro
Parla, poiché cammini sul limite estremo.

Edipo
Ma (ebbene) parlerò; infatti non ho scampo.

Coro
Molto indugia; ma sbrigati.

Edipo
Conoscete un figlio di Laio…

Coro
Ahimé…

Edipo
La stirpe dei Labdacidi?

Coro
O Zeus.

Edipo
L’infelice Edipo?

Coro
Tu sei questo infatti?

Edipo
Prendete nessuna paura di ciò che dico.

Coro
Ahimé.

Edipo
Di sorte infelice.

Coro
Oh!

Edipo
Figlia, cosa mai succederà ora?

Analisi del testo

1) χαλας: da χαλάω;

2) έφυς: aoristo atematico di φύω. Il perfetto è πέφυκα;
3) έκπυθοìμαν: desinenza dorica;
4) απεννέπεις: da απεννέπω;
5) άνέρη: congiuntivo aoristo di ανέρομαι;
6) εξετάσης: congiuntivo aoristo di εκτάζω;
7) πέρα: avverbio. Il verbo περάω significa invece “oltrepassare”;
8) αΰδα: imperativo da αύδάω;
9) πατρόθεν: -θεν è un suffisso di provenienza;
10) πάθω: congiuntivo dubitativo si πάσχω, πέσομαι, έπαθον, πέπονθα;
11) κύρσω: futuro di κύρω.

Registrati via email