blakman di blakman
VIP 9176 punti

Lisia - Contro Diogitone, 4 - 8

Vicende familiari: un parente disonesto

4. ἀδελφοὶ ἦσαν Διόδοτος καὶ Διογείτων ὁμοπάτριοι καὶ ὁμομήτριοι, καὶ τὴν μὲν ἀφανῆ οὐσίαν ἐνείμαντο, τῆς δὲ φανερᾶς ἐκοινώνουν. ἐργασαμένου δὲ Διοδότου κατ᾽ ἐμπορίαν πολλὰ χρήματα πείθει αὐτὸν Διογείτων λαβεῖν τὴν ἑαυτοῦ θυγατέρα, ἥπερ ἦν αὐτῷ μόνη, καὶ γίγνονται αὐτῷ δύο καὶ θυγάτηρ.

Diodoto e Diogitone erano due fratelli, nati dallo stesso padre e dalla stessa madre: essi si divisero la sostanza in contanti e tennero in comune i beni immobili. Poichè Diodoto con il commercio si fu procacciate molte sostanze, Diogitone lo indusse a sposare la propria figlia, l'unica che egli aveva; e cosi nacquero due maschi e una femmina.


[newpage]5. χρόνῳ δὲ ὕστερον καταλεγεὶς Διόδοτος μετὰ Θρασύλλου1 τῶν ὁπλιτῶν, καλέσας τὴν ἑαυτοῦ γυναῖκα, ἀδελφιδῆν οὖσαν, καὶ τὸν ἐκείνης μὲν πατέρα, αὑτοῦ δὲ κηδεστὴν καὶ ἀδελφὸν ὁμοπάτριον, πάππον δὲ τῶν παιδίων καὶ θεῖον, ἡγούμενος διὰ ταύτας τὰς ἀναγκαιότητας οὐδενὶ μᾶλλον προσήκειν δικαίῳ περὶ τοὺς αὑτοῦ παῖδας γενέσθαι, διαθήκην αὐτῷ δίδωσι καὶ πέντε τάλαντα ἀργυρίου παρακαταθήκην.

Di lì a qualche tempo Diodoto, arruolatosi con Trasillo, comandante della fanteria,chiama la propria moglie, che era sua nipote, e il padre di lei, che era nello stesso tempo suocero e fratello, nato dallo stesso padre, e nonno dei figliuoletti e zio, ritenendo che in grazia a questi rapporti di parentela a nessuno piu si convenisse esser giusto verso i propri figli, e gli diede il suo testamento e come deposito cinque talenti d'argento.

[newpage]6. ναυτικὰ δὲ ἀπέδειξεν ἐκδεδομένα ἑπτὰ τάλαντα καὶ τετταράκοντα μνᾶς ..., δισχιλίας δὲ ὀφειλομένας ἐν Χερρονήσῳ. ἐπέσκηψε δέ, ἐάν τι πάθῃ, τάλαντον μὲν ἐπιδοῦναι τῇ γυναικὶ καὶ τὰ ἐν τῷ δωματίῳ δοῦναι, τάλαντον δὲ τῇ θυγατρί: κατέλιπε δὲ καὶ εἴκοσι μνᾶς τῇ γυναικὶ καὶ τριάκοντα στατῆρας Κυζικηνούς.

Realizzò anche un conto dei suoi prestiti a cambio marittimo, pari a sette talenti e 40 mine ... e due mila dracme investiti nel Chersoneso.
Gli raccomandò poi, se gli fosse capitato qualcosa, di dare in dote alla moglie un talento e di consegnarle gli effetti di casa, e un talento alla figliuola. Lascio pure alla moglie venti mine e trenta stateri ciziceni.

[newpage]7. ταῦτα δὲ πράξας καὶ οἴκοι ἀντίγραφα καταλιπὼν ᾤχετο στρατευσόμενος μετὰ Θρασύλλου. ἀποθανόντος δὲ ἐκείνου ἐν Ἐφέσῳ Διογείτων τέως μὲν τὴν1 θυγατέρα ἔκρυπτε τὸν θάνατον τοῦ ἀνδρός, καὶ τὰ γράμματα λαμβάνει ἃ κατέλιπε σεσημασμένα, φάσκων τὰ ναυτικὰ χρήματα δεῖν ἐκ τούτων τῶν γραμματείων κομίσασθαι.

Fatto ciò, e lasciata copia dell'atto in casa, partì per partecipare alla spedizione con Trasillo. Morto lui a Efeso, Diogitone nascose alla figlia la perdita del marito e si impadronì delle carte che egli aveva lasciato suggellate, dicendo che in grazia a quei documenti doveva ricevere i denari dati a prestito marittimo.

[newpage]8. ἐπειδὴ δὲ χρόνῳ ἐδήλωσε τὸν θάνατον αὐτοῖς καὶ ἐποίησαν τὰ νομιζόμενα, τὸν μὲν πρῶτον ἐνιαυτὸν ἐν Πειραιεῖ διῃτῶντο: ἅπαντα γὰρ αὐτοῦ κατελέλειπτο τὰ ἐπιτήδεια: ἐκείνων δὲ ἐπιλειπόντων τοὺς μὲν παῖδας εἰς ἄστυ ἀναπέμπει, τὴν δὲ μητέρα αὐτῶν ἐκδίδωσιν ἐπιδοὺς πεντακισχιλίας δραχμάς, χιλίαις ἔλαττον ὧν ὁ ἀνὴρ αὐτῆς ἔδωκεν.

E poiché col tempo ebbe rivelata loro la morte ed ebbero celebrate le consuete cerimonie, per il primo anno essi stettero al Pireo; infatti tutte le provvigioni erano state lasciate là, e poiché queste vennero a mancare, egli mandò i figli in città e maritò la loro madre, dandole in dote cinquemila dramme, ossia mille meno di quelle che il marito di lei gli aveva dato.

Registrati via email