Genius 4190 punti

Isocrate - Sulla pace

[121] Ὧν ἐνθυμουμένους χρὴ μὴ προσέχειν τὸν νοῦν τοῖς ἐν τῷ παρόντι μὲν χαριζομένοις, τοῦ δὲ μέλλοντος χρόνου μηδεμίαν ἐπιμέλειαν ποιουμένοις, μηδὲ τοῖς φιλεῖν μὲν τὸν δῆμον φάσκουσιν, ὅλην δὲ τὴν πόλιν λυμαινομένοις· ὡς καὶ πρότερον, ἐπειδὴ παρέλαβον οἱ τοιοῦτοι τὴν ἐπὶ τοῦ βήματος δυναστείαν, εἰς τοσαύτην ἄνοιαν προήγαγον τὴν πόλιν ὥστε παθεῖν αὐτὴν οἷάπερ ὀλίγῳ πρότερον ὑμῖν διηγησάμην.

Bisogna che voi non prestiate ascolto a coloro che, nel momento presente, vi lusingano, e non si danno pensiero del tempo futuro; né a quelli che, da una parte, proclamano di amare il popolo, e dall'altra distruggono lo stato intero. Infatti costoro hanno condotto la città verso una tale pazzia, che essa ha sofferto le cose che poco fa ho spiegato a voi.

[newpage][122]Ἃ καὶ πάντων μάλιστ' ἄν τις θαυμάσειεν ὅτι προχειρίζεσθε δημαγωγοὺς οὐ τοὺς τὴν αὐτὴν γνώμην ἔχοντας τοῖς μεγάλην τὴν πόλιν ποιήσασιν, ἀλλὰ τοὺς ὅμοια καὶ λέγοντας καὶ πράττοντας τοῖς ἀπολέσασιν αὐτήν, καὶ ταῦτ' εἰδότες οὐ μόνον ἐν τῷ ποιῆσαι τὴν πόλιν εὐδαίμονα τοὺς χρηστοὺς τῶν πονηρῶν διαφέροντας,

Più di ogni cosa uno potrebbe stupirsi del fatto che eleggiate come capi di governo non coloro che hanno gli stessi propositi di quelli che hanno reso potente lo stato, ma coloro che dicono e fanno le medesime cose di chi lo ha distrutto, e questo sapendo non solo che gli onesti si distinguono dai disonesti nel fatto che rendono lo stato prospero,

[newpage][123]ἀλλὰ καὶ τὴν δημοκρατίαν ἐπὶ μὲν ἐκείνων ἐν πολλοῖς ἔτεσιν οὔτε κινηθεῖσαν οὔτε μεταστᾶσαν, ἐπὶ δὲ τούτων ἐν ὀλίγῳ χρόνῳ δὶς ἤδη καταλυθεῖσαν, καὶ τὰς φυγὰς καὶ τὰς ὑπὸ τῶν τυράννων καὶ τὰς ἐπὶ τῶν τριάκοντα γενομένας οὐ διὰ τοὺς συκοφάντας κατελθούσας, ἀλλὰ διὰ τοὺς μισοῦντας τοὺς τοιούτους καὶ μεγίστην ἐπ' ἀρετῇ δόξαν ἔχοντας.

ma anche che la democrazia, sotto il governo di quelli, in molti anni mai fu scossa, né rovesciata, e sotto costoro in breve tempo già due volte è stata distrutta, e che i cittadini in esilio sotto i tiranni e i Trenta sono tornati nel loro paese, non con il supporto di sicofanti, ma con l'aiuto di chi odia gli uomini di tale carattere e aveva una grandissima fama a causa della virtù.

Registrati via email