pser di pser
Ominide 5819 punti

Dionisio il giovane è costretto ad andare in esilio

INIZIO: Διονυσιος, δεκα ενιαυτους αρξας των Συρακοσιων, υπο Διωνος ηττηθεις...
FINE: Επεραιωθη εις Κορινθον, εκει δε εν απορια διεζη το λοιπον του βιου.

Dionisio, dopo aver regnato dieci anni a Siracusa, sconfitto da Dione, da una parte fu privato del potere e fu bandito dalla Sicilia, dall’altra quando tornò dopo altri dieci anni, si impadronì di nuovo della città. Da una parte quei cittadini che erano rimasti in città non furono mai sottomessi al tiranno che mai anche prima era stato indulgente, sia allora che era diventato di animo cattivo a causa delle sue sventura, dall’altra i nobili e gli uomini di maggior prestigio, banditi, vedendo la propria città danneggiata e la libertà distrutta, se ne andarono da Siracusa e affidarono le proprie truppe a Icete, che era signore di Lentini. Egli fingendo di preoccuparsi del fatto che la tirannide di Dionisio fosse abbattuta, che il tiranno fosse ucciso, che gli abitanti di Siracusa fossero liberi, preparando un notevole esercito, fece una spedizione militare contro il tiranno. Dopo poco tempo, poiché Dionisio se ne andò di nascosto dalla città, le sue poche ricchezze furono portate a Corinto, e lì trascorse il resto della sua vita in povertà

Hai bisogno di aiuto in Versioni del Mese?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email