Tesi - Effetti della reiterazione subvocalica in un compito di discriminazione temporale

Tesi di laurea che si propone di dare un contributo sperimentale allo
studio della percezione del tempo e del ruolo della working memory
in questo processo. Ma per far ciò occorre prima di tutto definire cos’è il tempo. Come illustrato nel primo capitolo dare una definizione di tempo non è
affatto facile, ma l’uomo, fin dai tempi più remoti si è sempre
preoccupato di misurare il tempo in maniera oggettiva, ciò infatti era
indispensabile alla sopravvivenza e all’organizzazione strutturale delle
prime comunità.

  • Materia di Neuropsicologia teorica e applicata relatore Prof. M. Olivieri
  • Università: Palermo - Unipa
  • CdL: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Psicologa Laura di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neuropsicologia teorica e applicata e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Palermo - Unipa o del prof Olivieri Massimiliano.

Altri contenuti per Neuropsicologia teorica e applicata

Trova ripetizioni online e lezioni private