Drogaggio di ossidi: il caso di zirconia drogata con azoto atomico

La presente tesi riguarda lo studio delle proprietà elettroniche e magnetiche del biossido di zirconio in seguito al drogaggio con azoto atomico, attraverso l'utilizzo di metodi computazionali basati sulla teoria del funzionale della densità. In una prima parte introduttiva si discutono gli effetti del drogaggio sulla struttura elettronica a bande con particolare riferimento alle potenziali implicazioni tecnologiche di tale procedura; in seguito vengono brevemente presentati alcuni elementi della teoria a cui si rifanno i metodi computazionali (Hartree-Fock, DFT, Basis Set, Pseudopotenziali, ecc). Infine vengono discussi i risultati ottenuti dalla simulazione di diversi drogaggi sostituzionali e interstiziali con N atomico su ZrO2.

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher leccese_mirko di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Chimica computazionale e inorganica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano Bicocca - Unimib o del prof Pacchioni Gianfranco.

Altri contenuti per Scienze e tecnologie chimiche

Trova ripetizioni online e lezioni private