Che materia stai cercando?

Editoria digitale - Inchiesta sulla comunicazione giornalistica nell'era del web 2.0

Esericitazione di Editoria digitale per l'esame del professor Bordini contenente l’inchiesta – condotta dagli studenti del corso di Editoria digitale dell’a.a. 2010-2011 – si è
proposta di mettere a confronto la versione a stampa di alcune note e meno note testate
nazionali e internazionali con la loro versione telematica. L’obiettivo prioritario della ricerca
era... Vedi di più

Esame di Editoria digitale docente Prof. S. Bordini

Ulteriori informazioni

PAGINE

14

PESO

147.82 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE ESERCITAZIONE

Esericitazione di Editoria digitale per l'esame del professor Bordini contenente l’inchiesta – condotta dagli studenti del corso di Editoria digitale dell’a.a. 2010-2011 – si è
proposta di mettere a confronto la versione a stampa di alcune note e meno note testate
nazionali e internazionali con la loro versione telematica. L’obiettivo prioritario della ricerca
era quello di vagliare le contiguità e/o le discrepanze tra le due distinte varianti di una
medesima pubblicazione, al fine di meglio focalizzare: 1) le specificità e le criticità della
comunicazione giornalistica on line; 2) le specificità e le criticità della comunicazione
giornalistica tradizionale; 3) e, soprattutto, le eventuali influenze tra le due modalità di
comunicazione, valutando nello specifico l’univocità e o la reciprocità di tali influssi.
Prima di avviare l’inchiesta sono state indicate dal docente alcune linee guida, che sono
servite più che altro come una prima traccia orientativa per gli studenti, i quali, in verità,
hanno potuto muoversi sull’inchiesta in assoluta libertà, ampliando o restringendo il raggio
della loro azione investigativa sulla base delle caratteristiche delle diverse pubblicazioni in
esame e dei dati che, via via, emergevano dalla disamina. La breve serie dei parametri
d’indagine indicata dal docente – la quale non è certo esaustiva ed è senz’altro passibile di
critiche – ha tenuto conto, in primo luogo, della tempistica; si è ossia cercato di fissare una
griglia di punti chiave che fosse concretamente e completamente utilizzabile nel breve arco di
tempo nel quale l’inchiesta è stata condotta (7-8 lezioni all’incirca).
L’indagine è stata rivolta perlopiù al mondo della stampa quotidiana, ma sono stati presi in
considerazione anche alcuni noti settimanali, soprattutto italiani. Sul piano organizzativo, si è
optato per la suddivisione dei sessanta partecipanti al corso in alcuni gruppi di ricerca, più o
meno articolati, ciascuno dei quali guidato da un coordinatore. Quest’ultimo è stato scelto dal
docente su base curricolare, ossia prediligendo in questo ruolo gli studenti impegnati in
attività giornalistiche (passate o presenti e di natura più o meno professionali) e gli studentiblogger.
Su indicazione del docente, i gruppi di lavoro hanno inoltre individuato alcune notizie
(relativi ai più vari settori in cui si articola l’informazione giornalistica) che, entro lo spazio di
tempo in cui si è svolta la ricerca, hanno assunto una particolare rilevanza dal punto di vista
giornalistico. Su queste notizie è stato svolto un lavoro di analisi qualitativa, finalizzato a
soppesare l’eventuale diverso rilievo conferito dalle singole testate in esame a tali
avvenimenti, soprattutto in termini di persistenza degli stessi e di livello di approfondimento.
Naturalmente, si è cercato anche di valutare, fin dove possibile, le ragioni di fondo (ragioni di
interesse, ragioni ideologiche, ragioni di altra natura) sottese a queste scelte giornalistiche.
Al termine del proprio lavoro di ricerca, ciascun gruppo ha redatto una relazione, che è stata
poi presentata in aula dai coordinatori di ogni team. Nel corso di queste presentazioni finali si
sono tratte, insieme al docente, alcune valutazioni di massima, che sono state riportate,
unitamente alle singole relazioni, in un e-book intitolato Indagine sulla comunicazione
giornalistica nell’era della società digitale, realizzato dal dott. M. Carion e curato dal prof. S.
Bordini e dagli studenti coinvolti direttamente nel lavoro laboratoriale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Scienze della comunicazione scritta e ipertestuale
SSD:
Università: Parma - Unipr
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher bischerella di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Editoria digitale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parma - Unipr o del prof Bordini Simone.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze della comunicazione scritta e ipertestuale

appunto G. Allegri Letteratura Latina
Appunto
appunto L. Allegri Storia del teatro e dello spettacolo
Appunto
appunto G. Bianchino Storia dell'arte contemporanea
Appunto
appunto D. Martinelli Linguistica italiana
Appunto