Terremoti, epidemie, catastrofi naturali nell’Italia medievale

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Storia delle città nel medioevo tenuto dalla professoressa Eleonora Plebani. La penisola italiana è stata sempre interessata da eventi naturali che sovente hanno assunto dimensioni catastrofiche. Vivace è stata, nel corso dei secoli, la riflessione degli uomini di cultura a proposito di fenomeni la cui comprensione non era ancora supportata da adeguate conoscenze scientifiche. Ugualmente attente alle conseguenze economiche e sociali di terremoti, eruzioni vulcaniche ed epidemie sono state le istituzioni politiche in ciascuna delle aree in cui era articolata l’Italia. Mediante la lettura e l’analisi delle fonti disponibili (trattati, cronache, ricordi, atti pubblici) si ricostruiscono i cambiamenti occorsi, durante l’Età di mezzo, alle istituzioni, alle società, ai sistemi economici e di pensiero in occasione di eventi che, in molti casi, hanno cambiato l’assetto territoriale, le dinamiche politiche e il modo di pensare di intere comunità.

  • Esame di Storia delle città nel medioevo docente Prof. E. Plebani
  • Università: La Sapienza - Uniroma1
  • CdL: Corso di laurea in lettere (letterature - linguaggi - comunicazione culturale)
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia delle città nel medioevo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Plebani Eleonora.
Pagine totali: 1
 
1di 1
 
+ -
 
>
Terremoti, epidemie, catastrofi naturali nell’Italia medievale

Altri contenuti per Storia delle città nel medioevo

 
Gratis

Altri contenuti per Lettere

Trova ripetizioni online e lezioni private