Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Storia dei popoli italici nell'appendice antiquaria del De bello Napolitano

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Letteratura latina medievale e umanistica tenuto dalla professoressa Antonietta Iacono. Nell'appendice antiquaria del De bello Napolitano il Pontano traccia una storia dei popoli italici. L'umanista sostiene che i territori dell'Italia meridionale furono a lungo sotto il dominio dei Greci e costituirono la cosiddetta Magna Grecia e elenca tutte le denominazioni della penisola prima dell'arrivo di Ercole, ovvero Hesperia e Ausonia.

Download Gratis

Voto: 5 verificato da Skuola.net

  • 1
  • 27-10-2011
1di 2 pagine totali
 
+ -
 
>
Storia dei popoli italici nell'appendice antiquaria del De bello Napolitano
Scrivi la tua recensione »

Recensioni di chi ha scaricato il contenuto

Questo contenuto si trova sul sito http://www.federica.unina.it/corsi/latinistica5-llmu/
Skuola.net ne mostra un'anteprima a titolo informativo.
Anteprima Testo:
La storia dei popoli italici nella Appendice antiquaria del De bello Ne...
1 di 2
http://www.federica.unina.it/lettere-e-filosofia/latinistica5-llmu/storia-...
Home
« 1/8 »
Antonietta Iacono » 8) La storia dei popoli italici nella Appendice antiquaria del De bello Neapolitano
La formazione della Magna Grecia e le denominazioni dell'Italia
In questo paragrafo il Pontano sostiene che i territori dell'Italia meridionale furono a lungo sotto il dominio de Fonti: Strab. VI 1, 2; Plin. N. H. III 95 L'umanista elenca tutte le denominazioni della penisola prima dell'arrivo di Ercole, ovvero Hesperia e Fonti: Verg. Aen. III 477; Verg. Aen VIII 530-34 Testo
Gli Opici e i Campi Flegrei in Campania Il Pontano ricorda che gli Opici scacciarono i Siculi dalle loro terre, e identifica nei Campi Flegrei il territorio Fonti: Thuc. VI 2, 4-5 Testo
La leggenda dei Cimmerii
Nei Campi Flegrei, antico territorio degli Opici, furono fondate Cuma, Pozzuoli (Dicearchia) e Napoli. La cos Fonti: Opici: Thuc. VI 2-4 Lestrigoni : Omero, Od. X 80-143 Sirene : Omero Od. X 166-200 Cimmerii : Strab. V 4, 5 Testo
Parthenope: sua collocazione in Napoli
27/10/2011 11:45
La storia dei popoli italici nella Appendice antiquaria del De bello Ne...
2 di 2
http://www.federica.unina.it/lettere-e-filosofia/latinistica5-llmu/storia-...
L'umanista riporta qui entrambe tradizioni sulla collocazione del sepolcro della sirena Parthenope: 1. alla foce del fiume Sebeto dinanzi all'isolotto di Megaride: Strab. V 4, 7; Plin. N. H. III 62 2. sulla cima del Monte Echia, la collina che sovrastava la costa con Megaride: Strab. I 2, 13 e 18 Testo
Il golfo di Napoli come luogo abitato dalle sirene
Napoli non è l'unica città della costa campana nata intorno al sepolcro di una sirena. Nello stesso golfo, nota l Fonti: Strab. V 4, 8, Stat. Silv. II 2, 1-2 («Est inter notos Sirenum muros / Saxaque Tyrrhenae templis onerata Minervae Stat. Silv. III 1, 64 («...notas Sirenum nomine rupes») Testo
Donne del mito e della storia che furono regine
Le sirene abitarono e governarono Napoli e altri luoghi della Campania, come Circe e Calipso, che regnarono L'umanista cita ancora Semiramide fu regina di Babilonia, Artemisia regina di Ponto, Frigia e Bitinia; Didone Testo
Pithecussae/ Aenaria
Per una sua particolare attenzione per Ischia, di cui fu priore nel 1473 e mastrodatti nel 1474, e in cui ebbe un Testo
L'onore della sepoltura: l'esempio di Orvinium La sepoltura è un onore di cui è riconosciuta la sacralità fin dai tempi più antichi, come mostra l'esempio di Fonti: Orvinium: Dionigi di Alicarnasso, Antiquitates Romanae I 14, 3 Testo
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion
27/10/2011 11:45
Contenuti correlati