Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Plasmodium

Si allega dei files del corso integrato di Tecniche Diagnostiche in Parassitologia del corso di Laurea Triennale in Tecniche di Laboratorio Biomedico della Facoltà di Medicina e Chirurgia.- INTRODUZIONE ALLA PARASSITOLOGIA- TRICHOMONAS VAGINALIS- GIARDA INTESTINALIS- EMOFLAGELLATI TRYPANOSOMA- PLASMODIUM- TOXOPLASMA GONDII- ENTAMOEBA HYSTOLYTICA

Download Gratis

Voto: 5 verificato da Skuola.net

  • 11-10-2011
1di 17 pagine totali
 
+ -
 
>
Plasmodium
Scrivi la tua recensione »

Recensioni di chi ha scaricato il contenuto

Questo contenuto si trova sul sito http://www.med.unich.it/corsi-di-laurea/tecniche-di-laboratorio-biomedico/materiale-didattico/ci-tecniche-diagnostiche-in-parassitologia
Skuola.net ne mostra un'anteprima a titolo informativo.
Anteprima Testo:
Plasmodium spp
Phylum: Apicomplexa Classe: Sporozoea Presenza di un complesso apicale (attività lisosomiale di rhoptries e micronemi) e di un complesso pellicolare (citoscheletro) Ciclo biologico caratterizzato dall’alternanza di generazione: sporogonia (fase sessuata) e shizogonia (fase asessuata) Assenza di forme mobili. Unica eccezione: microgametocita (monoflagellato) A localizzazione intestinale (Cryptosporidium, Isospora) o in grado di invadere tessuti profondi e sangue (Plasmodium, Toxoplasma)
Cos’è la Malaria ? Malaria (XVII secolo: "mal aria", “aria cattiva” in "mal aria", seguito alla credenza che la malattia venisse trasmessa dalle paludi e dai suoi effluvi maleodoranti) Causata da parassiti (Genere Plasmodium) appartenenti al Phylum Apicomplexa, Classe Sporozoea: complesso apicale alternanza di sporogonia e shizogonia assenza di forme mobili (tranne per microgametocita)
Delle oltre 150 specie in grado di parassitare numerosi Vertebrati, solo 4 risultano patogene per l’uomo: Plasmodium falciparum, Plasmodium vivax, Plasmodium ovale, Plasmodium malaria
La forma clinicamente più grave di malaria è quella causata da Plasmodium falciparum
Epidemiologia I parassiti sono probabilmente comparsi nel Continente Africano e sono quindi stati trasportati nel Nuovo Mondo dai primi esploratori trans-Pacifico. trans-Pacifico. Fossili di zanzara datano ad oltre 30 millioni di anni fa la comparsa sulla Terra del vettore per la malaria. Storicamente, Storicamente, la Malaria: ha contribuito alla caduta degli Imperi Greco e Romano ha rappresentato il maggiore problema sanitario durante la Guerra Civile negli USA (25% dei ricoverati era ammalato di Malaria) e la Seconda Guerra Mondiale (500.000 soldati Americani erano affetti da Malaria)
Attualmente, Attualmente, la Malaria rappresenta la malattia infettiva più grave nelle aree tropicali e subtropicali: subtropicali: nel Mondo, ogni anno si registrano 150 milioni di nuovi casi Mondo, principale causa di mortalità nel Mondo:>1 milione di decessi/anno Mondo:>1 decessi/anno
Distribuzione geografica
Presente in oltre 100 Paesi Endemica in Asia, Africa, America Centrale, Sud America In Europa, la Malaria è stata ufficialmente eradicata, sebbene i recenti flussi migratori abbiano fatto registrare i cosiddetti casi di “importazione” (Italia: 176 casi nel 1980, 900 casi nel 1998)
Ciclo vitale
(1 di 2)
Durante il pasto ematico, una zanzara (Anopheles) femmina inocula sporozoiti nell’ospite umano (1). Gli sporozoiti infettano le cellule epatiche (2) e maturano in schizonti (3), che lisano rilasciando i merozoiti (4). Dopo l’iniziale replicazione nel fegato (fase schizogonica eso-eritrocitaria [A]), il parassita va incontro a moltiplicazione asessuata nell’eritrocita (schizogonia eritrocitaria [B]). I merozoiti infettano i globuli rossi (5). La forma immatura (“ad anello”) dei trofozoiti matura a schizonti, la cui rottura rilascia i merozoiti (6). Alcuni parassiti differenziano in stadi sessuali intra-eritrocitari (gametociti) (7). La fase ematica dei parassiti è responsabile delle manifestazioni cliniche della malattia.
Ciclo vitale
(2 di 2)
I gametociti, maschio (microgametocita) e femmina (macrogametocita), vengono assunti dalla zanzara Anopheles durante il pasto ematico (8). La moltiplicazione dei parassiti nel vettore è nota come ciclo sporogonico (C). Nello stomaco della zanzara, i microgameti fecondano i macrogameti dando vita agli zigoti (9). Questi diventando mobili ed allungandosi (oocinete) (10) invadono la parete dell’intestino medio della zanzara, dove si differenziano in oocisti (11). Le oocisti si accrescono e lisandosi rilasciano sporozoiti (12), che migrano verso le ghiandole salivari della zanzara. L’inoculazione degli sporozoiti in un nuovo ospite umano perpetua il ciclo biologico della malaria (1).
Vettore Zanzara (Anopheles spp.) femmina (ematofaga) distribuzione mondiale numerose specie (> 300): A. gambiae, A. funestus (Africa tropicale)
A. culicifacies, A. minimus, A. maculatus (Asia) A. acquasalis, A. darlingi (America Latina)
A. maculipennis, A. artroparvus (Europa)
Fase eso-eritrocitaria eso-
In P. vivax e P. ovale parte degli sporozoiti entra, in sede epatica, in una fase dormiente (ipnozoiti) responsabile, a distanza di settimane od anni, di forme recidivanti della malattia (strategia di sopravvivenza ?)
Fase eritrocitaria Merozoite
P.falciparum
Micro
Trofozoite in maturazione
Macro
GAMETOCITOGENESI (RBC): Microgametociti (maschili) Macrogametociti (femminili)
Schizonte
Ciclo sporogonico
(1 di 2)
P. falciparum
Micro-
Macro-
PASSAGGIO NEL VETTORE Liberazione dei gametociti nello stomaco del vettore
MATURAZIONE DEI GAMETOCITI Exflagellazione del microgametocita (4-8 microgameti mononucleati). (4Maturazione del macrogametocita a macrogamete.
FECONDAZIONE Formazione dello zigote Differenziazione in oocinete
Ciclo sporogonico
Formazione (in sede intestinale) di oocisti contenente fino a 10.000 sporozoiti Mig...
Contenuti correlati