Introduzione al giudizio

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Filosofia teoretica tenuto dalla professoressa Renata Viti Cavaliere. Il termine "giudizio" ha diversi significati, molti dei quali sono impiegati soprattutto in ambito giuridico dove hanno avuto origine.
Giudizio, nel linguaggio comune, indica anche una valutazione personale ("a mio giudizio") e per estensione il senno o il discernimento, ossia la capacità individuale di distinguere e definire.
Questi usi correnti del termine vanno tenuti presenti perché sono tutti compresi nell'antecedente più prossimo del giudizio filosofico, il latino "iudicium".
In filosofia con "giudizio" si intende:
- la proposizione logica;
- una capacità o facoltà della mente.

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia teoretica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Viti Cavaliere Renata.

Altri contenuti per Filosofia teoretica

 
Gratis
 

Ipotesi ontologica I


· Napoli Federico II - Unina
Gratis
 

Fedro di Platone I


· Napoli Federico II - Unina
Gratis
 
Gratis

Altri contenuti per Filosofia

 
Gratis
 

Opera di Edward Said


· Napoli Federico II - Unina
Gratis
 

Antropologia e politica in Machiavelli


· Napoli Federico II - Unina
Gratis
Trova ripetizioni online e lezioni private