Funzione di produzione aggregata

Dispense per il corso di Economia applicata all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: la funzione di produzione aggregata; tassi di crescita e regola del 70; l'effetto dell'innovazione tecnologica sulla curva di produzione.

  • Esame di Economia applicata docente Prof. A. Pinna
  • Università: Cagliari - Unica
  • CdL: Corso di laurea in amministrazione e organizzazione (Facoltà di Scienze Politiche, Economia, Giurisprudenza) (CAGLIARI e NUORO)
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia applicata e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cagliari - Unica o del prof Pinna Anna Maria.
Anteprima Testo:
Slides selezionate su “Crescita”
La funzione di produzione • Turgot 1768: “legge delle proporzioni variabili” • Wicksteed 1894 • Wicksell 1901, 1923….. Y = f(Capitale (K), Lavoro (N), terra..) diventata poi ↓
Contabilità della crescita Funzione di produzione aggregata Y K H ---- = f( ------ ; ------ ; T) N N N
A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
3
Contabilità della crescita Funzione di produzione Rendimenti del capitale fisico per occupato (tenendo costanti gli altri input) sono decrescenti [Dato empirico] A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
4
A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
5
…ovvero
Il tasso di crescita della produttività diminuisce, pur rimanendo positivo
A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
6
(Moderna) contabilità della crescita • Si stima la funzione di produzione e si ottengono i coefficienti degli input (es: coefficiente di K/N = 0.33) • Si calcola quanto cresce un input all’anno (es: K/N cresce del 3%) Si calcola così quanto cresce la variabile dipendente 0,33x0.03 = 0,0099 → 1% A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
7
La crescita del capitale (fisico) per occupato è responsabile della crescita della produttività per un 1 % circa
A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
8
La stessa operazione si fa per stimare gli effetti del capitale umano (operazione complessa per la quantificazione della variabile)
A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
9
Ancora più complesso è quantificare la terza variabile: la tecnologia (la cui crescita è il progresso tecnico) ↓ Gli effetti di questa variabile si stimano in via residuale. A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
10
REGOLA DEL 70 Numero di anni necessari perchè una variabile raddoppi = 70 ---------------------------------------Tasso di crescita annuo della variabile A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
11
REGOLA del 70 Tasso di crescita annuo della variabile = 70 ----------------------------------------------Numero di anni necessari perchè una variabile raddoppi A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
12
ESEMPIO
A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
13
Ipotesi: da A a C (o D) sono passati 70 anni Sia sulla funzione più bassa, a vecchia tecnologia, sia su quella più alta, a nuova tecnologia, il capitale fisico per addetto è quadruplicato Se quadruplica in 70 anni, raddoppia in 35. Dunque, è cresciuto del 2% all’anno A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
14
Cosa fa il prodotto per occupato? Sulla funzione più bassa, con la vecchia tecnologia: da A a C il PIL reale per occupato passa da 30000 a 60000 in 70 anni.
DUNQUE RADDOPPIA IN 70 ANNI
A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
15
70 ------------------------------------------------------------gli anni necessari al raddoppio (in questo caso 70) =1 → tasso di crescita annuale: 1% Ovvero 2% 1% A/A 2010-2011
Anna Soci: Crescita
16
Sulla funzione più alta, a tecnologia corrente:
Il PIL reale per occupato passa da 600000 a 120000 in 70 anni. Dunque, come prima: raddoppia in 70 anni, ovvero, ancora cresce dell’1% A/A 2010-2011
Anna Soci: Cr
Trova ripetizioni online e lezioni private