Frontiera medievale

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Topografia medievale tenuto dalla professoressa Francesca Romana Stasolla. Vengono affrontati gli aspetti archeologici connessi con la definizione delle frontiere medievali. Attraverso l'integrazione delle fonti scritte ed archeologiche verranno prese in esame le aree limitanee dell'Italia a partire dell'altomedioevo, a cominciare dall'arco alpino con i suoi lasciti confinari romani e lo sviluppo dei castra tardoantichi, poi con la sua permeabilità nei confronti di Goti e Longobardi, oltre che come elemento di interazione con le popolazioni slave. Quindi vengono esaminate le aree di delimitazione, fisica e culturale, legate alle guerre greco-gotiche, a cominciare dal cosiddetto limitone dei Goti. Si passa quindi all'analisi delle frontiere dell'Italia longobarda, alla formazione del corridoio bizantino e alla stabilizzazione di quei confini che, soprattutto nell'Italia meridionale, resteranno stabili fino alle soglie dell'età moderna, come quelli della Langobardia minor, del regno normanno e della successiva dominazione aragonese.

  • Esame di Topografia medievale docente Prof. F. Stasolla
  • Università: La Sapienza - Uniroma1
  • CdL: Corso di laurea in lettere (letterature - linguaggi - comunicazione culturale)
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Topografia medievale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Stasolla Francesca Romana.

Altri contenuti per Topografia medievale

Altri contenuti per Lettere

Trova ripetizioni online e lezioni private