Fratture originarie del territorio europeo

Questo appunto si riferisce al corso di Storia contemporanea tenuto dal professor Paolo Macry.
L'Europa del XXI secolo è un continente non omogeneo, che presenta al suo interno evidenti diversità di tipo politico-istituzionale, economico, sociale e culturale. Malgrado il processo di unificazione apertosi nel 1957 con il Trattato di Roma (Comunità Economica Europea) e maturato nel 1991 con il Trattato di Maastricht (Unione Europea), tra i ventisette Stati dell'attuale Unione restano notevoli differenze quanto a ricchezza materiale, struttura sociale, organizzazione politica, religione e cultura, lingua e alfabeto. Tali differenze, che spezzano il territorio europeo per lo più in senso orizzontale (ovest-est), possono essere rintracciate storicamente, andando molto indietro nel tempo.

  • Esame di Storia contemporanea 1 docente Prof. P. Macry
  • Università: Napoli Federico II - Unina
  • CdL: Corso di laurea in storia
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia contemporanea 1 e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Macry Paolo.
Pagine totali: 2
 
1di 2
 
+ -
 
>
Fratture originarie del territorio europeo
Questo contenuto si trova sul sito http://www.federica.unina.it/corsi/storia-contemporanea-1/
Skuola.net ne mostra un'anteprima a titolo informativo.

Altri contenuti per Storia contemporanea

Trova ripetizioni online e lezioni private