Distretti industriali e economie di agglomerazione

La teoria economica ha riconosciuto da tempo che le economie di agglomerazione sono in grado di migliorare la produttività delle imprese e favorire processi di concentrazione territoriale dell’attività produttiva. Nel decennio passato queste idee hanno rappresentato il
punto di partenza per numerosi studi a carattere teorico. In questo lavoro si esamina la relazione tra agglomerazione e investimenti diretti esteri (IDE), nelle regioni e province italiane, distinguendo tra le economie di agglomerazione sector specific e le esternalità derivanti dalla diversificazione settoriale e verificando se gli investitori esteri sono attratti dalle aree distrettuali. Ulteriore obiettivo dell’analisi è quello di indagare sul ruolo che svolge la dimensione delle imprese sulla capacità delle aree geografiche di attrarre gli IDE.

  • Esame di Economia del territorio docente Prof. D. Marino
  • Università: Mediterranea - Unirc
  • CdL: Corso di laurea magistrale in architettura
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia del territorio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Marino Domenico.

Altri contenuti per Economia del territorio

 

Politche economiche


· Mediterranea - Unirc
Gratis
 

Regional economics dynamics


· Mediterranea - Unirc
Gratis

Altri contenuti per Architettura

 

Politche economiche


· Mediterranea - Unirc
Gratis
 

Regional economics dynamics


· Mediterranea - Unirc
Gratis
Trova ripetizioni online e lezioni private