Dante: simmetria come elemento ermeneutico

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Letteratura italiana 3 tenuto dal professor Raffaele Giglio. La presenza della simmetria nella Commedia.
Le simmetrie, che si riscontrano nei canti come tra le cantiche dell'opera, ovvero la ferma volontà dantesca di armonizzare le rappresentazioni di personaggi in un preciso ordine geometrico, sono elementi costanti del canto XVIII dell'Inferno. Esse ci aiutano nel ritrovare l'unità del canto. La Commedia è tutta costruita su proporzione di parti che conferisce unità armonica al "racconto", all'episodio, alla descrizione. La simmetria si presenta qui come bipartizione, che è parallelismo, ovvero due nuclei poetici che si fondono insieme nell'unità del canto.

  • Esame di Letteratura italiana 3 docente Prof. R. Giglio
  • Università: Napoli Federico II - Unina
  • CdL: Corso Magistrale in filologia moderna
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura italiana 3 e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Giglio Raffaele.
Pagine totali: 3
 
1di 3
 
+ -
 
>
Dante: simmetria come elemento ermeneutico
Questo contenuto si trova sul sito http://www.federica.unina.it/lettere-e-filosofia/letteratura-italiana-3/
Skuola.net ne mostra un'anteprima a titolo informativo.

Altri contenuti per Letteratura italiana

Trova ripetizioni online e lezioni private