Archivi dell’Inquisizione Romana - Logiche di classificazione e tipologie documentarie

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Archivistica I tenuto dalla professoressa Maria Pia Fantini. Ci si occupa, prima che di documenti archivistici, dell’atto di conservarli e di produrli da parte di un’istituzione. Il carattere segreto degli archivi dell’Inquisizione Romana rafforza la valenza di potere o autorità, implicita nell’etimologia del termine archivio. In quanto segreti, gli archivi inquisitoriali erano il prodotto di un atto di separazione che implicava un’interdizione rivolta agli esterni, cui era assolutamente vietato l’accesso. L’inaccessibilità di questi archivi incise anche sulle modalità di conservazione e di registrazione scritta, che regolavano il farsi dei documenti e li organizzavano come memoria della stessa istituzione.

  • Esame di Archivistica I docente Prof. M. Fantini
  • Università: La Sapienza - Uniroma1
  • CdL: Corso di laurea in lettere (letterature - linguaggi - comunicazione culturale)
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Archivistica I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Fantini Maria Pia.

Altri contenuti per Lettere

Trova ripetizioni online e lezioni private