Suor Orsola Benincasa - Unisob

Suor Orsola Benincasa - Unisob

Napoli | Vai al sito dell'Ateneo »

Media: 3.3

Appunti, riassunti, informazioni e recensioni su Suor Orsola Benincasa - Unisob.

Sedi

logo universita sant'orsola benincasa napoli
La sede storica dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, conosciuta anche come Unisob, si trova a Napoli in Corso Vittorio Emanuele 292. L'ampliamento dell'offerta formativa, e la conseguente necessità di accogliere un numero sempre maggiore di iscritti, ha portato alla nascita di ulteriori sedi sul territorio campano:



    Facoltà di Scienze della Formazione:

  • Sede di Napoli: Corso Vittorio Emanuele 292. Tel. 081 2522325/318/331

  • Sede di Salerno: Corso di laurea Scienze del Servizio Sociale, Via Matteo della Porta 4, Tel. 089 253346/4


  • Facoltà di Lettere:

  • Convento di S. Caterina da Siena: Via S. Caterina da Siena 37, Napoli. Tel. 081 2522524/516


  • Facoltà di Giurisprudenza:

  • Convento di S. Lucia al Monte: Corso Vittorio Emanuele 334, Napoli. Tel. 081 2522341


  • Corso di laurea magistrale interfacoltà in Conservazione e restauro dei beni culturali:

  • Convento di S. Caterina da Siena: Via S. Caterina da Siena 37, Napoli. Tel. 081 2522547


Storia

viale universita sant'orsola benincasa napoli
La sede storica dell'Unisob si trova sulla cittadella monastica posta alle pendici del colle Sant'Elmo, un antico sito conventuale che ricopre una superficie di 33.000 mq e domina l'intero golfo di Napoli. In questa struttura sorgono due chiese, chiostri e giardini pensili, vestigia di due monasteri fondati tra il XVI e il XVII secolo dalla mistica napoletana cui è oggi intitolata l'Università.

Suor Orsola fu un personaggio particolarmente significativo nel panorama religioso della Napoli controriformata, in quanto espressione di una religiosità militante e tendenzialmente autonoma che la Chiesa istituzionale riuscì col tempo a ricondurre entro i limiti della rigida obbedienza all'autorità ecclesiastica, trasformando il libero ritiro della Benincasa e dei suoi parenti in una congregazione di natura laicale sottoposta al controllo di un ordine religioso maschile.

Il destino della cittadella monastica mutò dopo l'unità d'Italia, quando il ritiro di Suor Orsola riuscì a sfuggire alla legge sull'incameramento statale dei beni degli ordini religiosi perché considerato "Opera pia a carattere laicale". Anche per rafforzare questo riconoscimento - messo in forse da una causa giudiziaria con la Cassa Ecclesiastica - vi venne fondata una scuola gratuita. Essa fu inaugurata il 10 luglio 1864, grazie soprattutto all'impegno di Emilio Beneventani, che resse il Governo laico di Suor Orsola (subentrato al governo delle oblate) per oltre vent'anni, sino alla sua morte nel 1887.

Aperta con 32 ragazze, la scuola negli anni '70 ospitava circa 500 allieve, ed era formata da una classe materna, le cinque classi elementari e un corso magistrale di tre classi. Vi era poi una sala per i lavori domestici affidati ad una maestra speciale e consistenti in lavori di sartoria, di ricamo e di crestaia, a cui poi si aggiunse la produzione di fiori artificiali.

Dal 1871 si insegnò lingua francese e computisteria, declamazione e canto corale e, nel 1878 fu istituito un corso di telegrafia. Nel 1891 Adelaide del Balzo Pignatelli, principessa di Strongoli, vi giunse in qualità di ispettrice onoraria e nel 1901 ne divenne l'amministratrice unica. L'impegno pedagogico della principessa fu condiviso, fino alla sua morte, da Antonietta Pagliara la quale lasciò in eredità all'Istituto la sua collezione privata di arredi, quadri e suppellettili antiche di grande valore, poi ordinata in un interessante museo che ha oggi sede nell'antico romitorio.

Accanto all'istituzione della Facoltà di scienze della Formazione, l'Istituto, sulla base delle competenze ereditate e sviluppate nel corso del tempo ha istituito la Facoltà di Lettere e, più recentemente (a.a. 1998/1999), la Facoltà di Giurisprudenza. Nel 2004, con Decreto Rettorale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n°157 del 7/7/2004, l'Istituto Universitario si è trasformato in Università degli Studi Suor Orsola Benincasa.


Strutture e servizi


Associazioni studentesche

  • SOS - Suor Orsola Students
  • ALSOB - Associazione Laureati Suor Orsola Benincasa