Milano - Unimi

Milano - Unimi

Milano | Vai al sito dell'Ateneo »

Media: 3.5

Appunti, riassunti, informazioni e recensioni su Milano - Unimi.

Sedi

logo universita statale di milano
L'Università degli Studi di Milano, nota anche come la "Statale di Milano" o Unimi, ha sede nell'edificio rinascimentale della Cà Granda, in Via Festa del Perdono. In aggiunta, l'ateneo comprende poli dislocati in altre zone della città e della Lombardia:


Storia

struttura università statale di milano
L'ateneo è relativamente giovane nel panorama italiano in quanto la città di Milano faceva storicamente riferimento all'Università di Pavia. L'Università degli studi di Milano viene istituita nel 1923 nell'ambito della riforma promossa dal ministro Giovanni Gentile. Essa, inizialmente, comprendeva solo la Facoltà di Lettere e Filosofia (antica Accademia scientifico-letteraria), nonché gli Istituti clinici di perfezionamento istituiti da Luigi Mangiagalli nel 1906. Le attività dell'Università di Milano - Unimi - iniziano nel 1924. Primo rettore è lo stesso Mangiagalli, all'epoca sindaco di Milano, e che è riuscito a trovare risorse che consentono di avviare anche le Facoltà di Giurisprudenza, Medicina e chirurgia e Scienze matematiche, fisiche e naturali. L'inaugurazione dell'Università ha luogo l'8 dicembre 1924.

Nell'idea dei promotori, l'Università avrebbe dovuto occupare edifici da costruire nel quartiere Città Studi progettato prima della Prima guerra mondiale; a Città Studi però hanno avuto sede solo gli istituti di Scienze, mentre rettorato e istituti umanistici sono stati ospitati in un palazzo del Comune in Corso di Porta Romana e gli insegnamenti clinici nelle strutture ospedaliere convenzionate. Nel corso degli anni 1930 sono state aperte le Facoltà di Medicina Veterinaria e di Agraria.

Dopo la Seconda guerra mondiale viene assegnato all'Università l'antica sede dell'Ospedale maggiore, danneggiata dai bombardamenti. Durante gli anni cinquanta, l'università annovera fra i suoi allievi personaggi di spicco della sinistra italiana degli anni '80, a cominciare da Craxi ed Occhetto, e si giova d'un ambiente culturale molto vivace, che tende a costruirsi intorno a figure d'intellettuali di spicco del panorama nazionale. L'edificio, intanto, viene restaurato e nel 1958 diventa la sede di Rettorato, uffici amministrativi, Lettere e Filosofia e Giurisprudenza.

Negli anni '60 inizia un cospicuo ampliamento dell'ateneo e nell'anno accademico 1988-1989 si giunge a 22 corsi di laurea e a circa 75.000 iscritti. Negli anni '90 sono avviate attività di decentramento, con l'attivazione di nuovi corsi di laurea, molti dei quali nell'area ex Pirelli della Bicocca, a Varese e a Como. Successivamente si ha una fase di scorporo delle attività con la costituzione, nel 1998, dell'Università degli Studi di Milano Bicocca e dell'Università degli Studi dell'Insubria in Como e Varese.

Nell'anno accademico 1998-1999 l'Università di Milano comprende 9 Facoltà (Agraria, Farmacia, Giurisprudenza, Lettere e Filosofia, Medicina e Chirurgia, Medicina Veterinaria, Scienze MM.FF.NN., Scienze Motorie, Scienze Politiche), 25 corsi di laurea e 21 corsi di diploma, e conta circa 63.000 studenti.


Serivizi e strutture


Associazioni studentesche

Associazioni universitarie