Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Storia medievale, Montanari - Riassunto

Riassunto di Storia medievale con analisi dei seguenti argomenti: cristianesimo, Chiese episcopali, monachesimo, i regni romano-barbarici, l'impero arabo-islamico, feudi, comitati, alfabetismo e cultura scritta, il nuovo monachesimoe la riforma della

... Espandi » Chiesa. « Comprimi
  • Per l'esame di Storia medievale del Prof. P. Galetti
  • Università: Bologna - Unibo
  • CdL: Corso di laurea magistrale in scienze storiche
  • SSD:
Compra 4.99 €

Voto: 5 verificato da Skuola.net

  • 161
  • 06-12-2012
di 14 pagine totali
 
+ - 1:1 []
 
< >
Storia medievale, Montanari - Riassunto
Scrivi la tua recensione »

Recensioni di chi ha scaricato il contenuto

Anteprima Testo:
STORIA MEDIEVALE LA METAMORFOSI DEL MONDO ROMANO E LA FINE DELL’IMPERO IN OCCIDENTE Questo periodo di mutamento si può distinguere in 4 fasi: nella prima metà del 3 secolo l’impero visse un’età di relativo splendore, nella seconda metà del 3 secolo si verificarono ripetute sconfitte ai confini, nel 4 secolo vi furono delle importanti modifiche amministrative e politiche, nel 5 secolo cadde l’impero. Tra il 2 e il 3 secolo il costo dell’esercito divenne insostenibile, per cui si allestì una macchina statale, cioè una politica accentrata, per cui nel 4 secolo la società era composta da uomini nuovi e da una rinascenza culturale. I centri urbani più grandi continuarono a crescere e scomparvero i più deboli. Tra il 324 e il 330 Costantino spostò la capitale a Bisanzio e i vescovi dei due imperi ottennero pari dignità. La fine dell’impero è stato vista dagli storici come periodo di cambiamento per eccellenza. IL CRISTIANESIMO: LE CHIESE EPISCOPALI E IL MONACHESIMO DELLE ORIGINI La cristiani... Espandi »zzazione è il processo che condusse alla fede le cittadinanze, le popolazioni rurali e le popolazioni barbariche. Questo avvenne in due modi: uno istituzionale, organizzato dalla gerarchia della chiesa, una cristianizzazione delle campagne che avveniva intorno alle pieve (chiese battesimali); uno individuale, la scelta monastica. L’attività missionaria va intesa come un processo di acculturazione. Nelle città dell’impero fra 1 e 2 secolo si organizzarono le prime comunità cristiane. Dal 4 secolo il cristianesimo diventò religione di stato (313 editto di Milano di Costantino per la libertà di culto, 380 editto di Tessalonica di Teodosio unica scelta). Dal 5 secolo partì dalle città un’opera di evangelizzazione delle campagne. A seconda delle dimensione delle città di cui i vescovi erano guide, la loro importanza era più o meno grande (Roma). Il monachesimo comincia ad attestarsi nel 3 secolo, e all’inizio è un movimento eremita. In occidente si sviluppa soprattutto sottoforma di cenobitismo (Girolamo, Benedetto da Norcia). Da ricordare è in particolare l’Irlanda (druidi, Colombano). Nella seconda metà del 4 secolo molte popolazione barbare furono convertite al cristianesimo ariano (Alessandro Ario, Gesù non ha la stessa divinità di Dio). Questa dottrina fu condannata al concilio di Nicea del 325. Il problema centrale delle questioni dottrinale era la trinità; nella parte orientale si formano due pensieri: il nestorianesimo (umanità del Cristo) e il monofisismo (divinità del Cr « Comprimi