Scuola poetica siciliana

Questo appunto si riferisce al corso di Letteratura italiana, mod. B, tenuto dal professor Francesco Iovine. La scuola poetica siciliana fu un cenacolo attivo presso la corte di Federico II, che diede vita a una poesia in volgare italiano. La produzione è tradita dal codice Vaticano 3973. La critica ha ritenuto che la scuola poetica siciliana abbia trasferito in Sicilia temi e motivi della poesia provenzale. Tuttavia i poeti del cenacolo federiciano sono tutti alti dignitari dietro il cui operare vi è un disegno strategico, la volontà di promuovere una poesia in lingua volgare, il siciliano illustre e di dar vita a una cultura laica alternativa a quella chierica. La lirica siciliana è monotematica: parla dell'amore inteso come pensiero ossessivo, malattia.

  • Esame di Letteratura italiana, mod. B docente Prof. F. Iovine
  • Università: Tor Vergata - Uniroma2
  • CdL: Corso di laurea in lettere
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura italiana, mod. B e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Iovine Francesco.

Altri contenuti per Letteratura italiana,

 

Metrica italiana


· Tor Vergata - Uniroma2
2.99 €
 

Dante e la scuola poetica siciliana


· Tor Vergata - Uniroma2
2.99 €
 

Stilnovo


· Tor Vergata - Uniroma2
2.99 €

Altri contenuti per Lettere

Trova ripetizioni online e lezioni private