Che materia stai cercando?

Ulteriori informazioni

PAGINE

1

PESO

728.32 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Questo appunto si riferisce al corso di Filologia della letteratura italiana mod. B tenuto dal professor Francesco Iovine. Dalla lettera di Petrarca a Boccaccio emerge la figura dell'intellettuale appartato, dedito agli studi, che disdegna ciò che piace al volgo. Vi è anche il tema dell'imitazione. L'imitatore deve essere simile, non uguale, come il figlio somiglia al padre. La fonte classica è Seneca, Lettere a Lucilio. Petrarca stesso cita l'immagine delle api di Seneca.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
A.A.: 2005-2006

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filologia della letteratura italiana mod. B e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Iovine Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filologia della letteratura italiana mod. b

Petrarca, RVF XXX
Appunto
Guinizzelli: metafora dell'uccello catturato
Appunto
Petrarca, RVF XXII
Appunto
Arte allusiva
Appunto