Filippo II: politica estera

Questo appunto si riferisce al corso di Storia greca tenuto dal professor Eugenio Lanzillotta. In politica estera, Filippo voleva estendere il proprio dominio ai paesi confinanti, per questo compì spedizioni in Illiria e Tracia. Occupò Anfipoli e Potidea, poi nel 346 sconfisse i Focesi e divenne presidente dell'anizionia delfica. Filippò assediò e conquistò Olinto (352-349). Ad Atene Filippo era appoggiato da Isocrate, Eschine e Eubulo, che vedevano in lui colui che avrebbe risollevato le sorti della Grecia, era osteggiato da Demostene, che vedeva in lui il nemico della libertà deei Greci. Si arrivò alla pace di Filocrate nel 346. Nel 338 alla vittoria di Filippo a Cheronea seguì un congresso panellenico a Corinto, in cui Filippo si proclamò capo di una lega panellinica e si arrogò il ruolo di egemone sulla Grecia.

  • Esame di Storia greca docente Prof. E. Lanzillotta
  • Università: Tor Vergata - Uniroma2
  • CdL: Corso di laurea in lettere
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia greca e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Lanzillotta Eugenio.

Altri contenuti per Storia greca

Altri contenuti per Lettere

Trova ripetizioni online e lezioni private