Disturbi concettuali non verbali nell'afasia

Il capitolo descrive le prove a favore dell'ipotesi dell'esistenza di un disturbo concettuale non verbale concomitante con l'afasia. Viene descritta la natura del difetto concettuale, i test per misurarlo e le relative ricerche e ipotesi. In conclusione, le forme cliniche più vulnerabili al difetto concettuale non verbale sono le afasie associative: afasia amnesica e afasia transcorticale sensoriale

  • Esame di Neuropsicologia docente Prof. L. Pizzamiglio
  • Università: La Sapienza - Uniroma1
  • CdL: Corso di laurea magistrale in neuroscienze cognitive e riabilitazione psicologica
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neuropsicologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Pizzamiglio Luigi.

Altri contenuti per Neuropsicologia

Altri contenuti per Neuroscienze cognitive e riabilitazione psicologica

 

Psicologia generale


· La Sapienza - Uniroma1
2.99 €
 

Autismo


· La Sapienza - Uniroma1
2.99 €
 

Riabilitazione nell'Alzheimer


· La Sapienza - Uniroma1
2.99 €
Trova ripetizioni online e lezioni private