Geologia del sedimentario

Con tale raccolta si è cercato di riassumere al meglio tutti i concetti fondamentali della geologia sedimentaria appresi durante il corso. Il documento è stato creato da me per prepararmi al meglio all'esame ed è stato realizzato consultando: le slide fornite dal prof, gli appunti presi a lezione, libri e vari siti internet. Il documento è costituito da 144 pagine suddivise in 14 capitoli che descrivono in maniera dettagliata i principali argomenti inerenti la sedimentologia. Tali capitoli sono cosi costituiti:
1) INTRODUZIONE.
2) SEDIMENTOGENESI che comprende i principali processi sedimentari: degradazione fisica e chimica; trasporto; deposizione; diagenesi. Principali proprietà rocce.
3) CLASSIFICAZIONE delle rocce terrigene.
4) ANALISI GRANULOMETRICHE; la scala granulometrica; analisi granulometrica; Presentazione grafica dei dati e significato dei parametri granulometrici; TESSITURA DELLE ROCCE terrigene: morfologia dei granuli; forma, sfericità, arrotondamento; Strutture tessiturali, clasti, matrice; maturità tessiturale.
5)ROCCE TERRIGENE: Conglomerati e brecce: composizione e tessitura, classificazione; diagenesi dei conglomerati; Areniti, classificazione, impalcatura clastica, matrice e cemento, composizione e diagenesi. Peliti: composizione mineralogica, costipamento, diagenesi, transizione alle facies metamorfiche.
6) ROCCE CARBONATICHE. Calcite, aragonite, dolomite. I sedimenti della piattaforma carbonatica. Grani scheletrici, detritici, peloidi, botroidi, ooliti, ooidi, pisoliti, noduli algali. Fango carbonatico e micrite. Biolititi, stromatoliti, carbonati concrezionati. CLASSIFICAZIONE DEI CARBONATI: le classificazioni di Folk e Dunham. DIAGENESI DEI CARBONATI; dolomie e dolomitizzazione.
7)EVAPORITI: Evaporazione dell'acqua marina; Depositi evaporitici; Facies evaporitiche; Modalità genetiche delle evaporiti; Ambienti e contesto geodinamico; Evaporiti del Trias europeo; L'evento messiniano di essiccamento del Mar Mediterraneo.
8)PIATTAFORME CONTINENTALI: Piattaforma continentale; scarpata e piana abissale; Fattori di controllo della piattaforma continentale; maree; controllo idrodinamico del moto ondoso; La piattaforma terrigena: shoreface, offshore sup.-,inf.; la gradazione laterale; Relazione tra fattore idrodinamico del moto ondoso e fattore biogeno: la piattaforma a prevalente sedimentazione terrigena, la piattaforma a prevalente sedimentazione carbonatica senza build-up e con build-up.
9) PIANE TIDALICHE: Ambienti di transizione costieri; maree, ambiente tidalico, strutture funzionali e facies di sedimenti tidalici.
10)IDRODINAMICA: Principi generali. Sedimentazione delle particelle in acqua: comportamento di “caduta” e di decantazione (legge di Stokes). Flussi, forze e movimento delle particelle. Flusso laminare e turbolento, lento e veloce (numeri di Reynolds e di Froude). Principali diagrammi: Hjulström, Shields, Fookes e Vaughan (velocità del flusso / strutture del fondo). Il trasporto trattivo, strutture trattive, strutture da correnti unidirezionalii e oscillatorie. Strutture da trazione e da decantazione.
11) PROCESSI MASSIVI: Processi massivi-gravitativi: frane, flussi reologici o colate. Processi gravitativi fluidi: le correnti di torbida, lo strato torbiditico. Trasporti di massa non gravitativi: fluviali, ventaglio di rotta fluviale; di tempesta di moto ondoso in piattaforma continentale clastica, lo strato di tempesta.
12) STRUTTURE NON DEPOSIZIONALI
13)STRATIGRAFIA: Variazione del tasso di sedimentazione: lo strato, tipologie della stratificazione. Strutture degli strati: deposizionali, erosive, deformative e biogene. Le unità lito-, bio- e cronostratigrafiche; le correlazioni. Eteropia di facies, lacune.
Sincronia e diacronia. Relazioni tra tempo e sedimentazione nelle successioni sedimentarie. La sovrapposizione stratigrafica. Sedimentazione continua e discontinua.Le facies. Le associazioni di facies e le sequenze di facies. Sistemi deposizionali. Le variazioni eustatiche. Trasgressioni e regressioni. Le sequenze a controllo eustatico, principio di Walther. Discordanze e lacune di sedimentazione.
14) DISCORDANZE.

All'interno della raccolta si troveranno immagine e schemi appositamente descritti e spiegati.

Con un prezzo non eccessivo (in rapporto alle ore di lavoro richieste per la realizzazione del tutto) vi consente di ottenere un documento completo in tutto che se studiato con dovere vi consente di passare l'esame con il massimo dei voti (come fatto da me !!!)

  • Esame di Geologia del sedimantario docente Prof. L. Lecca
  • Università: Cagliari - Unica
  • CdL: Corso di laurea in scienze geologiche
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher eliapit90 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Geologia del sedimantario e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cagliari - Unica o del prof Lecca Luciano.

Altri contenuti per Scienze geologiche

 
4.99 €
 

Rilevamento Geologico


· Cagliari - Unica
4.99 €
Trova ripetizioni online e lezioni private