Test di ingresso: 7 cose da fare subito per passare

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

studiare per i test di ingresso università

E’ già il momento di pensare al futuro: in particolare, quello universitario. Per i maturandi (e non) che vogliono provare ad entrare in uno dei corsi di laurea a numero chiuso, questo è infatti un momento decisivo. Prima di tutto, perché già da fine gennaio cominciano gli appuntamenti con i primi test di ingresso dell’anno: l'Università Cattolica, infatti, aspetta le aspiranti matricole di Medicina in lingua inglese il prossimo 20 febbraio (data da confermare), mentre per Medicina è organizzato solitamente entro fine marzo. Anche San Raffaele, Bocconi e Luiss solitamente fissano le date per i test di ingresso tra marzo e aprile: per cui i ragazzi interessati si dividono già tra libri e quiz, nonostante l’esame di maturità si stia avvicinando. Non sarà più semplice per chi tenterà Medicina, Odontoiatria, Professioni Sanitarie e gli altri test di ammissione di settembre, dall’agguerrita concorrenza: già da questi giorni dovranno cominciare a prepararsi per avere buone possibilità di successo. Ecco alcuni consigli per affrontare al meglio questi mesi con i consigli dei tutor di Skuola.net | Ripetizioni, il servizio che ti permette di prenotare le tue lezioni private con un semplice click.

1. Tenere sott’occhio le date dei test

Sarà il Miur a stabilire tramite apposito decreto le date dei test di ingresso di Medicina e Odontoiatria, Architettura, Scienze della Formazione Primaria, Veterinaria, Professioni Sanitarie. Se il 2014 è stato l’anno in cui i test di ammissione ad accesso programmato nazionale sono stati anticipati ad aprile, già dal 2015 si è tornati all’appuntamento di settembre. Come già accennato, però, alcuni atenei svolgeranno molto prima i test di ingresso: Bocconi, Luiss, San Raffaele e Cattolica li prevedono anche in primavera. Per questo è necessario essere sempre aggiornati sul calendario delle date, in modo da non perdere l’occasione di entrare nell’ateneo preferito.

2. Procurarsi il materiale di studio

I ragazzi che parteciperanno ai test di primavera sono di sicuro già sui libri. Ma anche tutti coloro che sono orientati verso i test di Medicina, Veterinaria, Professioni Sanitarie o Odontoiatria, dove la concorrenza è spietata, dovranno cominciare già da ora a procurarsi il materiale per studiare. Questo perché, purtroppo, i libri di scuola non bastano per la preparazione ai test di ammissione all’università. Ben vengano quindi libri e testi che, basandosi sui test degli anni precedenti e sui programmi ministeriali, sono uno strumento affidabile per passare il test di ingresso. In tema di materiale di studio una disciplina critica è sicuramente la logica: nei testi scolastici non troverete nulla di specifico che vi permetta di allenarvi a risolvere i famigerati quesiti di problem solving; bisogna quindi attivarsi per reperire subito il materiale adatto e iniziare a studiarlo.

3. Mettersi alla prova

Settembre sembra lontano, ma questi mesi saranno davvero impegnativi per voi e voleranno in men che non si dica. Perché aspettare il momento più difficile, ovvero sotto la maturità, per cominciare ad esercitarsi sui quiz? E’ questo il momento più adatto infatti per le simulazioni, che potete trovare sui libri specializzati, oppure online: potete sperimentarle anche su Skuola.net. Basteranno pochi minuti al giorno per prendere confidenza con i quesiti, e se ancora non siete abbastanza esperti in biologia o matematica, potrete bruciare le tappe e diventare veri esperti di logica.

4. Conciliare studio per il test e maturità

Questo non vuol dire che dovrete mettere da parte lo studio per la scuola e l’esame di maturità. Niente è impossibile se sarete capaci ad organizzare le vostre giornate: dedicate al massimo un paio di ore al giorno allo studio per il test, adoperando i tempi morti, e studiate giorno per giorno per la scuola (non rimanete indietro!) senza affaticarvi. Una mente ben allenata e riposata è quella che rende di più!

5. Informarsi sulle modalità di partecipazione al test

Che vi dobbiate cimentare sui test di ingresso primaverili o di settembre, è fondamentale comprendere a fondo le modalità con cui si effettua la prova di ammissione: quanti sono i posti disponibili, sia a livello locale che nazionale, quali sono le scadenze, i requisiti, i documenti da possedere, il funzionamento della graduatoria, ecc. Soprattutto per il test di Medicina 2017, è importantissimo poi cominciare ad avere un’idea della strategia da adottare, ad esempio, nell’indicazione delle preferenze per la sede universitaria nel momento dell’iscrizione al test: ovviamente più scelte inserite, più possibilità avete di entrare. Ma è anche vero che è necessario ponderare con attenzione le alternative, visto che si tratta della sede in cui andrete realmente a studiare. E’ quella che fa per voi? Siete davvero convinti di volervi trasferire molto lontano da casa?
6. Dare un’occhiata alle prove degli anni precedenti
Insomma, non è mai troppo tardi per iniziare la preparazione dei test di ingresso 2017. Pensate che, in un sondaggio svolto da Skuola.net sui partecipanti ai test di ingresso dello scorso anno, la netta maggioranza sosteneva di aver iniziato a studiare mesi prima della data del test, e addirittura buona parte un anno prima. La battaglia è aperta e per questo è meglio arrivare preparati: iniziate provando a svolgere proprio i test degli scorsi anni, per capire di cosa si tratta e scoprire se sareste riusciti a battere l’agguerrita concorrenza.

7. Se necessario, farsi dare una mano

Non è facile, lo sappiamo: molte cose da fare vi attendono in questi mesi, ma di sicuro “chi ben inizia è già a metà dell’opera”. E se pensate di aver bisogno di un sostegno, non esitate a chiederlo: dovrete avere a disposizione ogni mezzo per riuscire a passare il test e realizzare i vostri sogni. Molti ragazzi, per avere una preparazione perfetta, si affidano ai corsi in aula di esperti in preparazione ai test di ingresso. Ma se volete essere seguiti passo passo e dipanare ogni dubbio sulla preparazione degli argomenti più ostici di Biologia, Chimica, Matematica, Fisica, Logica e così via, potete rivolgervi ai tutor di Skuola.net | Ripetizioni, la piattaforma online dove ogni studente può trovare docenti, studenti universitari ed esperti in grado di dare una mano nelle differenti materie. Grazie alla ricerca geolocalizzata, si potrà scegliere il tutor preferito più vicino e richiedere una lezione privata su Skype o dal vivo, prenotando le ripetizioni grazie alla pratica agenda online. Un aiuto niente male, che potrebbe tornarvi utile anche per avere una marcia in più durante l’esame di maturità.

>> Vuoi saperne di più? Scopri come prepararti ai test di ingresso 2017 con Ripetizioni | Skuola.net >>

Commenti
Skuola | TV
Vuoi divertirti in gita? Segui la nostra puntata!

Nella prossima puntata parleremo di un argomento che ti sta molto a cuore: la gita scolastica. Insieme a due studenti di un liceo romano ti daremo qualche consiglio su come divertirti e rendere indimenticabile la tua gita scolastica!

5 aprile 2017 ore 16:30

Segui la diretta