Test d’ingresso Giurisprudenza 2016

Bianca Zito
Di Bianca Zito

 Test ingresso giurisprudenza

Accedere alla Facoltà di Giurisprudenza non sarà per tutti una passeggiata. Infatti, se è vero che per questo corso di laurea non esiste un test d’ingresso a livello nazionale stabilito dal Miur, è anche vero che gli atenei italiani, senza direttive dall’alto, hanno la possibilità di decidere localmente come gestire le ammissioni. E quindi un test ingresso giurisprudenza esiste eccome: saranno le singole università a stabilire sia le modalità di accesso al corso di laurea che la tipologia di prova da sottoporre agli aspiranti studenti di legge.

GIURISPRUDENZA TEST AMMISIONE

: COME PUO’ ESSERE – I test d'ingresso alle università italiane possono essere di diverso tipo: c’è quello a numero chiuso, con una graduatoria finale, che lascia fuori senza recupero chi proprio non rientra nei posti disponibili; ed esiste quello di autovalutazione, che non preclude l’accesso al corso di laurea e serve solo a testare le conoscenze degli studenti senza avere alcun valore ai fini dell’immatricolazione. Parallelamente, sono molti gli atenei che prevedono gli OFA, ovvero degli obblighi formativi aggiuntivi attribuiti a coloro che, dopo aver svolto la prova, abbiano ottenuto una votazione più bassa rispetto alla soglia fissata dal corso di studi. Ma come sarà, quest’anno, il test di ammissione giurisprudenza nei maggiori atenei italiani?


TEST GIURISPRUDENZA 2016: ROMA TRE

– Sono ben 1200 i posti messi a disposizione dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Roma Tre per i “cittadini italiani, cittadini UE e cittadini non comunitari equiparati”, così come recita il bando bando. Il test giurisprudenza sarà ad accesso programmato, si svolgerà il 12 settembre 2016 presso la sede del Dipartimento e sarà strutturato in domande di abilità logico-formali, capacità di comprensione del testo e cultura generale. A chi non dovesse raggiungere il livello di preparazione richiesto (relativamente ad una o a tutte e tre le aree) verranno attribuiti degli OFA del valore di un credito ciascuno.


TEST GIURISPRUDENZA 2016: FIRENZE

– Doppia chance per gli aspiranti legali della Città del Giglio: il 30 agosto e il 15 settembre 2016, infatti, sono i giorni stabiliti per il test ammissione giurisprudenza dell’Università degli Studi di Firenze. Si tratta di una prova di autovalutazione riservata sia a chi vuole iscriversi ad un corso triennale, sia a chi sceglierà un corso magistrale a ciclo unico, che sarà, come scritto nel bando “obbligatoria ma non preclusiva dell’immatricolazione”. Il test d’ingresso giurisprudenza sarà composto da 24 domande a scelta multipla di lingua italiana, logica, lettura e comprensione di un testo e cultura generale, a cui rispondere in 40 minuti. In questo caso gli OFA saranno attribuiti solamente agli studenti che non raggiungeranno una votazione complessiva superiore agli 11 punti. Tali obblighi formativi aggiunti dovranno essere assolti con la frequenza obbligatoria ai corsi di sostegno, che saranno attivati dopo la metà del mese di ottobre 2016.


TEST GIURISPRUDENZA 2016: CATANIA

– Il test d’ingresso giurisprudenza 2016 all'Università di Catania prevede una "verifica obbligatoria ma non selettiva", come recita il bando test ammissione giurisprudenza. Anche in questo ateneo, nel caso in cui la verifica non sia positiva, lo studente dovrà soddisfare, entro il primo anno, degli obblighi formativi aggiuntivi. Il test d'ingresso giurisprudenza si svolgerà il 12 settembre 2016 presso il complesso fieristico “Le Ciminiere” e sarà articolato in 40 domande a risposta multipla riguardanti la comprensione e uso di testi funzionali allo studio, comprensione e uso di testi complessi, conoscenze linguistiche di base, nozioni storiche e temi di rilevanza sociale, politica ed economica, logica. Verrà attribuito 1 punto per ogni risposta esatta, 0 per ogni risposta non data a -0,25 per ogni errore. Il tempo a disposizione per risolvere il test sarà di 1 ora e 15 minuti.


TEST GIURISPRUDENZA 2016: PALERMO

– Rimanendo in Sicilia, il test d’ingresso Giurisprudenza dell’Università di Palermo per l'anno accademico 2016/2017 ancora non è stato reso noto. Di seguito quello dello scorso anno, il prossimo potrebbe non essere molto diverso. L’accesso a 1000 studenti, suddivisi tra la sedi di Palermo (700), Trapani (150) e Agrigento (150), così come riportato nel bando. La prova di 60 quesiti era sui seguenti argomenti: logica e concetti filosofici fondamentali, storia antica, medievale, moderna e contemporanea, macroconcetti giuridici ed economici e padronanza degli strumenti linguistici. Ogni tematica prevedeva 15 domande, e il candidato doveva rispondere correttamente almeno a 5 di ciascuna per non dover sostenere gli obblighi formativi aggiuntivi.


TEST GIURISPRUDENZA 2016: BARI

– L’Università “Aldo Moro” di Bari non ha un numero di posti programmato per i corsi di laurea in discipline legali. Ciò vuol dire che il test giurisprudenza, come scritto nel bando dello scorso anno, sarà sì obbligatorio, ma semplicemente di autovalutazione. Per quest'anno il bando ancora non è stato pubblicato, vi riportiamo però quello dello scorso anno. La prova fissata per il 10 settembre 2015 (con replica il 21 gennaio 2016) era composta da 60 domande a risposta multipla di cultura generale, logica e comprensione di un testo. Gli studenti che non raggiungevano la sufficienza ai test ingresso giurisprudenza (almeno 31 risposte corrette) erano comunque ammessi al corso di laurea, ma con degli obblighi formativi aggiuntivi.


TEST GIURISPRUDENZA 2016: PADOVA

– Il test d'ingresso giurisprudenza dell'Università degli Studi di Padova come scritto nel bando prevede la possibilità di iscriversi sia al corso di laurea triennale in Consulente del Lavoro, sia al corso di Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza. In totale, i posti disponibili saranno 250 così ripartiti: 100 per Consulente del Lavoro, 60 per Giurisprudenza (sede Padova) e 50 per Giurisprudenza (sede Treviso). Come scritto nel bando, la prova di accesso è obbligatoria e si terrà il 1° settembre. Il test d'ingresso Giurisprudenza sarà composto da 40 quesiti a riposta multipla divisi nei seguenti gruppi: comprensione del testo; conoscenze lessicali; morfologia; sintassi; cultura generale-istituzionale; logica. Qualora il risultato della prova di ammissione sia insufficiente lo studente sarà ammesso con un obbligo formativo aggiuntivo.


TEST GIURISPRUDENZA 2016: MILANO

– L'Università di Milano prevede un test test d’ingresso Giurisprudenza che sarà semplicemente di autovalutazione, come riportato nel bando. Per gli aspiranti legali ci saranno ben 3 possibilità di accedere a quest'ateneo. Sono previste, infatti, 3 sessioni di test ingresso Giurisprudenza: il 6 maggio 2016, il 20 luglio e il 16 settembre 2016. La prova sarà così divisa: cultura generale (20%), logica (40%), comprensione testi (40%). La durata totale del test ingresso Giurisprudenza sarà di 90 minuti.
I candidati che otterranno una valutazione negativa della prova di autovalutazione, nella sua parte di Logica e/o di Cultura generale e Comprensione del testo, dovranno obbligatoriamente seguire i corsi di recupero organizzati dalla Facoltà di Giurisprudenza e dal Centro di Ateneo per l’Orientamento volti al superamento delle difficoltà evidenziate.

Bianca Zito, Daniel Strippoli

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta