Novecento tesina terza media (2)

Tesina di terza media che descrive autori, genere musicale, personaggi storici e ambienti collegati all'epoca del 900.

E io lo dico a Skuola.net

[Il 900 è un periodo di molte evoluzioni: nella società, nella cultura, nell'economia e soprattutto nella tecnologia. Tutto parte con il presidente Giovanni Giolitti che fece parte della Sinistra Costituzionale per 50 anni, nel 1903 volle garantire al paese un periodo di pace, allontanandosi dalla Triplice Alleanza e avvicinandosi alla Francia e all'Inghilterra. (La Triplice Alleanza fu un patto militare difensivo, firmato nel 1882 a Vienna dagli imperi di Germania e Austria - Ungheria (che già formavano la Duplice Alleanza) e dal Regno d'Italia. Inizialmente fu voluta dall'Italia, desiderosa di rompere il suo isolamento e di contrastare la Francia che aveva occupato Tunisi. Successivamente, con il mutarsi della situazione in Europa, l’alleanza fu sostenuta soprattutto dalla Germania). Giolitti attuò diverse riforme aiutando in particolare le classi popolari.
Regolò il lavoro delle Donne e dei Bambini, aiutò i lavoratori a far valere i propri diritti con associazioni per gli stessi; migliorò la sanità pubblica, aiutò il meridione anche con lavori edili, tra i quali l'acquedotto pugliese. Questi furono interventi che aiutarono notevolmente lo sviluppo del paese, ed economicamente l'Italia vide il suo miglior periodo con la Lira valutata superiore all'oro e preferita alla sterlina.
Nel 1907 però ci fu una crisi che paralizzò le fabbriche italiane. Come quarta e ultima volta Giolitti salì nel partito e eliminò le opposizioni. Il 900 è stato un periodo storico, culturale e artistico, nato dalla fine dell’ottocento e concluso con lo scoppio della prima guerra mondiale, chiamato dagli storici belle epoque. Questo termine nacque in Francia prima della prima guerra mondiale. Dalla fine dell'Ottocento in poi le invenzioni e progressi della tecnica furono all'ordine del giorno. I benefici che queste scoperte avevano portato nella vita delle persone erano diventate sempre più visibili: l'energia elettrica, i servizi igienici, la minore paura di affrontare le malattie e l'ignoto. Tutto questo aveva determinato un profondo ottimismo sulle possibilità dell'uomo, a cui niente sembrava impossibile. Questo periodo durò poco più di un quindicennio, tutti miravano alla pace, al progresso e al benessere ma poi finì e fu definito belle epoque (bei tempi). Nello stesso 1913 la rete ferroviaria del globo aveva raggiunto un milione di chilometri e le automobili cominciavano ad affollare le strade delle metropoli americane ed europee. Parlando di trasporti, la corsa alla costruzione dei nuovi enormi e sfarzosi transatlantici costituiva il lato più grandioso di quest'epoca tecnologicamente avanzata ma ancora legata a certi sentimenti romantici e utopistici ( Non a caso, l'affondamento della nave più potente del mondo (il Titanic, avvenuto nel 1912) è stato considerato come il più bel sogno infranto della Belle époque. Nel 1921 si sviluppa un movimento artistico promosso da un gruppo di artisti italiani, che aveva come scopo quello di far tornare alla tradizione pittorica antica, reagendo contro le "stravaganze e le eccentricità" delle avanguardie: futurismo. È stata una corrente artistica italiana del XX secolo. Il Futurismo diede il meglio di sé nelle espressioni artistiche legate alla pittura, al mosaico e alla scultura, mentre le opere letterarie e teatrali, ma anche architettoniche non ebbero la stessa immediata capacità espressiva. Sulla scia del movimento letterario, alcuni artisti pubblicano nel 1910 il manifesto della pittura futurista. Le loro ricerche si concentrano soprattutto sulla rappresentazione della realtà nel suo divenire, sull’esaltazione della velocità. I più alti esponenti sono Boccioni e Balla: 1) moltiplicano o scompongono l’immagine. 2) aboliscono le regole della prospettiva tradizionale. 3) si servono della linea che sfrutta diverse traiettorie. A questo movimento artistico e letterario si aggiunge il crepuscolarismo che prende il nome da crepuscolo, vuole indicare una situazione di spegnimento dove predominano i toni di quei poeti che non hanno particolari emozioni. I crepuscolari si ispirano al Pascoli e al D’annunzio del poema paradisiaco. Un altro movimento letterario del periodo è l’ermetismo nato negli anni venti e solidificatosi tra il 30’ e il 40’. Con il termine ermetismo si intende una poesia chiusa e volutamente complessa. Tra il gruppo di poeti ricordiamo maggiormente Eugenio montale e Giuseppe Ungaretti. Quest ultimo nacque nel 1888 ad Alessandria d’Egitto. L'amore per la poesia nacque durante gli anni di scuola e si intensificò grazie alle amicizie che egli strinse nella città egiziana. L’opera di Ungaretti è profondamente nuova e moderna. La sua è poesia pura che esprime gli stati d’animo dell’uomo moderno, la sua solitudine e il mistero della vita stessa. Diventa poesia di “verso libero”, nel quale è messo in evidenza il valore di ogni singola parola, isolata dalle altre. Innanzi a questi versi il lettore non può essere uno spettatore passivo ma si sente coinvolto. Nel periodo in cui nasce G. Ungaretti per il narratore Italo svevo inizia una vita frenetica che lo porta, poi, al successo. Infatti nel 1923, grazie all’amicizia strinta con James Joyce, le sue raccolte iniziano ad avere successo: pubblica LA COSCIENZA DI ZENO. Ne pubblica altre come una vita, la madre…nasce il 19 dicembre 1861 a Trieste da una famiglia di origine ebraica benestante, proveniente dall’Ungheria. Nel 1874, viene mandato dal padre a studiare assieme ai due fratelli Adolfo ed elio, a un collegio della Baviera, dove studia il tedesco e altre materie utili per l’attività commerciale. Dopo 4 anni torna a Trieste e finisce il suo percorso di studi commerciali all’istituto rivoltella. Trova un impiego presso la filiale cittadina della banca union di Vienna. Dopo alcune collaborazioni con il giornale IL PICCOLO e una cattedra all’istituto rivoltella, nel 1895 Svevo si fidanza con la cugina Livia veneziani. Il quarto romanzo IL VECCHIONE o LE CONFESSIONI DEL VEGLIARDO, rimarrà incompiuto a causa della morte dello scrittore, avvenuta il 13 settembre 1928 nell’ospedale di Motta di Livenza in seguito a un incidente stradale mentre tornava da una gita a Bormino con la famiglia. (UNA VITA: è il primo romanzo di Italo Svevo. Originariamente intitolato Un inetto, (inetto significa incapace di agire) rifiutato dall'editore, scomparve per lasciare il posto a quello attuale. La sua stesura iniziò nel 1888 e venne poi pubblicato nel 1892 dall'editore VRAM, a spese dello stesso autore. Il titolo, Un inetto, scelto forse per meglio evidenziare la psicologia del personaggio principale e, in un certo senso, il pessimismo tipico dello scrittore, venne poi modificato nel più neutro Una vita. LA MADRE: Il racconto parla della riflessione di alcuni pulcini di allevamento cresciuti in un' incubatrice sulla loro ipotetica madre. Un pulcino di nome Curra scappa nel pollaio a fianco al suo e vede una gallina con i suoi pulcini. Quando questa cattura un lombrico e lo porge ai suoi piccoli ancora inesperti, Curra fa un balzo e se lo mangia. La gallina infuriata lo caccia via quasi uccidendolo. Molti anni dopo Curra è diventato un bellissimo gallo e viene a sapere che quella gallina era morta. Egli rimane prima attristito ma poi ricorda l' episodio della sua infanzia e si sente frustrato all'idea che la madre che aveva conosciuto era tutt'altra cosa di quella figura che doveva proteggere e donare affetto ai suoi piccoli. LA COSCIENZA DI ZENO: il protagonista Zeno cosini, racconta in prima persona la propria vita, dai rapporti col padre all’avvicinamento al vizio del fumo. Zeno è la tipica figura dell’inetto, cioè della persona che rinuncia alla lotta per la sopravvivenza e preferisce osservare come dall’esterno se stesso e gli altri. La narrazione non segue un preciso ordine cronologico.) La musica del periodo è il jazz. La storia del jazz, come quella di molti altri generi musicali popolari, soprattutto quelli che affondano le loro radici nella tradizione degli schiavi afroamericani (primo fra tutti il blues), è assai povera di documenti e riferimenti, in special modo per quanto riguarda le origini e i primi anni.
Le prime fonti orali sulla nascita del jazz a New Orleans risalgono ai primi anni del XX secolo mentre le prime fonti scritte al decennio successivo. Il genere si sviluppò in modo esponenziale tra il 1915 e il 1940, diventando la musica da ballo dominante tra il 1930 e il 1940, anni in cui i brani delle big band si trovavano regolarmente ai primi posti delle classifiche. A questo periodo seguirono diversi decenni in cui il jazz si caratterizzò in maniera crescente come una musica d'arte, tipicamente afroamericana. Nel frattempo il pubblico statunitense del jazz si assottigliò, mentre la musica destava un crescente interesse in Europa e nel resto del mondo.
Questa tendenza, iniziata col movimento bebop (è uno stile del jazz che si sviluppa particolarmente a New York negli anni 40’) nel 1945, raggiunse l'apice negli anni '60. La musica jazz rappresenta oggi circa il 3% della produzione musicale nordamericana, ma ha seguaci in tutto il mondo. Un evento del 900’ che si ricorda con maggior importanza è la seconda guerra mondiale di cui ha visto protagonista tutto il mondo. La Deuxième Guerre mondiale est un conflit armé, qui a duré à partir de Septembre 1939 à Septembre 1945. Causés par la mauvaise solution de la première guerre mondiale de 1914. La guerre mondiale a généré schématiquement deux camps - les Alliés et l'Axe. E en Europe a pris fin le 8 Mai 1945 par le Troisième Reich, et se terminant à cette date en Asie et dans le monde, 2 Septembre 1945 par le Japon.
Parmi ces crimes figurent la déportation dans des camps de concentration, camps de travail et de camps d'extermination avec chambres à gaz pour l'extermination de populations entières, ou des catégories de personnes.
Pour la première fois la bombe atomique était utilisée contre un pays: deux bombes larguées par les États-Unis ont explosé à intervalles de trois jours, à Hiroshima et à Nagasaki, au Japon. La Seconde Guerre mondiale a pris fin en 1945.
Durante la seconda guerra mondiale, per mano di Hitler si è consumato l’olocausto degli ebrei di cui vittima maggiormente ricordata: Anna Frank. a girl was Jewish, became a symbol of the Holocaust for his diary written during the period when her family hid from the Nazis and for his tragic death in the concentration camp at Bergen-Belsen. He lived part of his life in Amsterdam in the Netherlands, where the family was repaired after the rise to power of Nazi Germany. He was deprived of German citizenship in 1941, thus becoming stateless person (who is not recognized citizen). Anne frank was born in 1929 in Germany. In 1942 deported to concentration camps, two years after the arrest of the family's diary that he had written during his worst years, is published: 1947. now exists for over 60 years. Un fattore importante che ha contribuito a cambiare la storia è stato la Francia. Il 5 giugno 1940 con un violento bombardamento aereo sulla Linea Maginot, inizia la "Battaglia di Francia" cioè l'invasione della Germania del suolo francese. Da lì parte la resa della Francia; viene rasa al suolo dalla Germania e dopo molte calamità il 24 giugno entra ufficialmente in vigore l'armistizio franco-tedesco. Il suo territorio europeo è bagnato dall'oceano Atlantico, dal Canale della Manica e dal Mare del Nord, confina con Belgio, Lussemburgo, Germania, Svizzera, Italia e con Mar Mediterraneo, Andorra, Principato di Monaco e Spagna. La Francia metropolitana possiede una grande varietà di paesaggi, ci sono le montagne della Corsica, il Massiccio Centrale e le Ardenne che sono una regione molto rocciosa e boscosa. La Francia possiede anche un ampio sistema fluviale che è composto principalmente da fiumi quali la Loira, il Rodano (le cui fonti sono in Svizzera), la Garonna (le cui fonti sono in Spagna), la Senna, parte del Reno ecc. La lingua ufficiale è il francese. Esistono diverse lingue locali (basco, bretone…), ma il governo francese e il sistema scolastico ne hanno scoraggiato l'uso fino a poco tempo fa. Le lingue regionali vengono ora insegnate in alcune scuole, anche se il francese rimane l'unica lingua ufficiale in uso dal governo, locale o nazionale. La Francia è una Repubblica costituzionale, "indivisibile, laica, democratica e sociale" a regime parlamentare semi-presidenziale. I cittadini francesi all'estero vedono i loro interessi difesi in Parlamento da parte dell'Assemblea dei francesi dell'estero. La Francia è il primo produttore agricolo dell'Unione europea: con il 23% della produzione agricola europea nel 1999. Le colture principali sono i cereali (grano e mais), zucchero, vino, prodotti lattiero - caseari, frutta, verdura, l'allevamento animale e la produzione di carne. Altri settori importanti sono la produzione di legno e la pesca. Il settore terziario ha un posto di rilievo nell'economia francese a immagine degli sviluppi compiuti negli altri principali paesi industrializzati. La Francia è il paese più visitato nel mondo, e lo stesso vale per Parigi, che è la prima città turistica in termini di arrivi, infine, la Torre Eiffel che è il monumento più visitato del mondo. La Francia è al 4 posto per siti riconosciuti dall'Unesco (patrimonio artistico dell'umanità) preceduta solo da Cina, Spagna e Italia (che ne presenta solamente 10 in più). La rete ferroviaria della Francia, è la più ampia dell'Europa occidentale. La cultura francese è ricca, varia e antica, e riflette le sue culture regionali e l'influenza delle ondate migratorie avvenute nel corso delle varie epoche. la Francia garantisce la libertà di religione come diritto costituzionale. Dal principio, comunque, la religione professata era quella ebraica. Nel mondo le religioni professate ce ne sono molte: monoteismo, politeismo, animismo, buddhismo, ebraismo, cristianesimo ecc. (il cristianesimo è la religione più diffusa nel mondo. Fonti storiche riconoscono che Gesù di Nazareth è il Figlio di Dio e lo riconoscono come Signore credono che Dio è uno in tre persone: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Inoltre considerano la bibbia un libro ispirato da Dio: composta dall’antico testamento e dal nuovo.) La sua capitale, Parigi è stata a lungo un crocevia culturale importantissimo. Questa città presenta uno dei più larghi e maestosi viali con i suoi cinema caffè e negozi di lusso. Paris est la capitale de la France et la capitale de la région. Il est également le plus peuplé de la municipalité dans le pays. L'emblème de la ville présente les lys de France scilicet ci-dessus (le navire qui symbolise l'ordre des marchands qui ont échangé sur la Seine). Les champs elysee est une avenue de Paris, qui passe à travers le huitième arrondissement, sur la Place de la Concorde avec son obélisque de la Place Charles de Gaulle, où l'Arc de Triomphe, faisant partie de la ligne historique dell'Asse . Champs-Élysées est entouré d'espaces verts et des bâtiments tels que le Théâtre Marigny, et le Palais de la Découverte. Vous trouverez également des cinémas, des théâtres, des cafés et des restaurants (notamment Fouquet), des centres commerciaux et boutiques de luxe. La Tour Eiffel est le monument le plus visité au monde, est situé sur les rives Gucha. désigné par le nom de son concepteur, l'ingénieur Gustave Eiffel, constructeur et sur la structure interne de la Statue de la liberté. L'industria nucleare francese è molto importante, ora anche un settore leader dell'economia e uno dei pilastri della sua politica energetica. La Francia è il secondo maggior produttore di energia nucleare del mondo dietro solo agli USA. Con 58 reattori nucleari, tutte gestite dall'EDF (è la maggiore azienda produttrice e distributrice di energia in Francia.). Con energia nucleare si intendono tutti quei fenomeni in cui si ha la produzione di energia in seguito a trasformazioni nei nuclei atomici. L'energia nucleare, insieme alle fonti rinnovabili e le fonti fossili, è una fonte di energia primaria, ovvero è presente in natura e non deriva dalla trasformazione di altra forma di energia. Nelle reazioni di fissione (sia spontanea, sia indotta), nuclei di atomi con alto numero atomico (pesanti) come, ad esempio, l'uranio, il plutonio e il torio si spezzano producendo nuclei con numero atomico minore, diminuendo la propria massa totale e liberando una grande quantità di energia. Il processo di fissione indotta viene usato per produrre energia nelle centrali nucleari. Le prime bombe atomiche, del tipo di quelle sganciate su Hiroshima e Nagasaki, erano basate sul principio della fissione. (Nelle reazioni di fusione, i nuclei di atomi con basso numero atomico, come l'idrogeno, il deuterio o il trizio, si fondono dando origine a nuclei più pesanti e rilasciando una notevole quantità di energia. Con reattore si intende uno spazio confinato all'interno del quale far avvenire le reazioni di fissione in maniera controllata.) Il procedimento di fissione nucleare (come peraltro quello di fusione, seppur in maniera molto inferiore) produce materiali residui ad elevata radioattività. Si tratta di pastiglie di combustibile esaurito (uranio, plutonio ed altri radioelementi) che vengono estratte dal reattore per essere sostituite, nonché dei prodotti di fissione .

b]Inserisci qui il titolo dell'appunto

Registrati via email
In evidenza