Tema sulla violenza sulle donne

no alla violenza sulle donne, tema

Negli ultimi anni si e assistito ad un radicale cambiamento della società e il tema sulla violenza sulla donna è nuovamente tornata alla ribalta: le donne sono entrate in modo nuovo, nel mondo del lavoro, cambiando le proprie abitudini quotidiane, volgendo cosi lo sguardo in una realtà diversa. Diversa perché il mercato del lavoro è legato agli uomini: le capacita di decidere e tutto ciò che richiede abilita vengono riservate agli uomini. Cosi abbiamo la discriminazione per ciò che riguarda lo stipendio e non solo: le donne che hanno un lavoro precario non hanno gli stessi diritti degli uomini. spesso il sesso femminile rischia d perdere il posto di lavoro se ha intenzione di "avviare" una gravidanza. Molte volte le capacità professionali femminili vengono meno oppure sottovalutate poiché si mira a mettere in risalto ciò che appare, l’ estetica: la bellezza esteriore sovrasta di molto l’ intelligenza nella società di oggi e intere selezioni per poter accedere a posti di lavoro vengono effettuate con questo criterio. qui si parla di violenza psicologica: prediligere il bello, ciò che piace, tralasciando il modo di essere e di pensare, inculcando cosi nella mente femminile un concetto completamente sbagliato.

Il primo passo da compiere, quindi, sarebbe quello di cercare di modificare le culture dove il maschio ha ancora una posizione dominante e troppi privilegi da difendere. In alcuni casi, nell'ambito del tema sulla violenza sulla donna, donne che non reggono più alle violenze del marito o ex e del fidanzato o ex decidono di dire basta e per questo incappano in situazioni sgradevoli di continue molestie telefoniche ecc. La violenza compiuta sulle donne, violenza che nasce in primo luogo nelle mura domestiche. Raramente le donne denunciano gli abusi subiti. Eppure spesso si tratta di violenze gravi che provocano lesioni sui corpi femminili.
In relazione al tema sulla violenza sulle donne, purtroppo moltissimi casi di violenza ogni giorno vengono sepolti sotto l’ ombra del silenzio, per un senso di paura, pudore e speranza che le cose migliorino in futuro. in famiglia, tantissime donne violentate non denunciano gli atti violenti del marito o del compagno poiché credano che siano dimostrazioni di affetto o d amore. Si sottomettono, si sacrificano per il proprio uomo ottenendo solo un vuoto interiore che non sarà mai colmato con l’ amore che meriterebbero. Si va avanti, a volte perdonando il gesto , credendo e auto-convincendosi che quel gesto violento, una volta perdonato, non accadrà più; e invece... e solo pura illusione. la paura e il pudore che "si venga a sapere", ma anche il sol fatto di salvare la famiglia, spingono le donne a subire e a trovare "scuse" e sotterfugi in grado di nascondere i fatti. Le donne cercano delle scuse, non solo per nascondere ma spesso si sentono in dovere di chiedere scusa anche per una colpa che non hanno. L’ uomo non ha il diritto di alzare le mani sulla donna per nessun motivo.
In relazione al tema sulla violenza sulle donne, esiste La giornata mondiale contro la violenza sulle donne che non e stata stabilita come un evento del calendario ma non deve essere, nemmeno, solo un giorno nel quale ci si ricorda che la donna non deve subire violenza ma deve essere la giornata nella quale si deve combattere per migliorare in seguito. Ma ci sono molti casi in cui la violenza diventano omicidi.
Gli omicidi sulle donne è un fenomeno in via di espansione di cui si sta sentendo molto parlare in Italia e in molti altri paesi. I casi di violenza sono aumentati a dismisura. Un esempio è la morte di Carmela, una ragazza di 17 anni, che è morta cercando di salvare la sorella dalle coltellate del suo ex fidanzato.
Sono, però, anche d’accordo con chi dice che la violenza, lo stupro, gli abusi, siano sempre e comunque fatti personali, che toccano, turbano la dignità della vittima, per questo non è molto leale e umanamente corretto, pubblicizzare a tutti questo fatto così tremendi, quando così tanto riservato e personale.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email