Stress di Stress
Sapiens 2255 punti

Un favoloso viaggio nel continente americano alla scoperta di paesaggi straordinari e diverse culture

Eccomi qua. Finalmente sono arrivata all'aereoporto di Brasilia che, come tutti sanno è la capitale del Brasile. Qui il trasporto aereo sta assumendo sempre maggiore importanza. Lo posso dedurre anche solo guardandomi intorno, infatti quest'aereoporto è stracolmo. Per lo più ci sono molti meticci. Questo, comunque è un paese dalla popolazione multietnica. E' straordinario il numero di informazioni che si possono ricavare du un paese, anche solo guardandosi intorno all'aereoporto. Caspita, che confusione. C'è un mucchio di gente che parla. Che lingua è, dunque... Ah, adesso ricordo. Qui parlano il portoghese. Sarà meglio che mi sbrighi e vada a prendere i bagagli, in modo da poter raggiungere l'hotel. Sono molto stanca. Sono partita dall'aeroporto di Malpensa, a Milano, parecchie ore fa. Inoltre sono un po' scombussolata, perchè qua ci sono 4 ore in meno che in Italia, a causa del fuso orario. Sono riuscita a prendere i bagagli. Dunque... Dove si troverà l'uscita? Trovata. Wow... E' una città moderna. Non me lo aspettavo. Immaginavo tutt'altro, come ad esempio edifici più antichi. Adesso mi avvio verso l'hotel. Posso raggiungerlo anche a piedi, perchè mi è stato detto che si trova vicino all'aeroporto. In strada ci sono molti mendicanti. Adesso sto meglio. Sono arrivata nella mia stanza, mi sono fatta la doccia e ho cenato. Tra poco mi preparo per andare a fare un giro in auto per visitare l'altopiano del Brasile. Dopo tornerò in hotel e domani mi avvierò verso una nuova tappa: Rio de Janeiro. Sono arrivata. Questa città è lungo la costa e il suo porto è lo sbocco al mare delle attività minerarie e industriali di Belo Horizonte. E' un'importante centro finanziario e turistico. Girando per le strade si notano molti hotel e ristoranti. Mi dispiace di non avere a disposizione altro tempo per andare a visitare Sao Paulo che, nonostante il fatto che non sia la capitale del Brasile, è la città più importante. Comunque domani prenderò l'aereo per andare a visitare l'ultima tappa, che si trova in Argentina: la Patagonia. Sono arrivata. Questo sarà il mio ultimo giorno in giro per l'America meridionale. E' uno spettacolo straordinario. Ci sono tantissimi animali. Tra tutti questi conosco solo un pappagallo: il conuro della Patagonia. Qui si trova la Terra del Fuoco, terra di numerosi vulcani. Da qui riesco a vedere il Perito Moreno, che è un ghiacciaio. Qui si trova Ushuaia, la città più meridionale della terra. Caspita! Si è fatto tardi, devo sbrigarmi o perderò l'aereo per tornare a Milano, nella mia patria che, pur non essendo ricchissima di paesaggi, è pur sempre casa mia.

Registrati via email