Daniele di Daniele
Blogger 27610 punti

Giovani e Valori Morali
Svolgi un tema su quanto sia importante per i giovani avere dei forti valori morali in cui credere e ai quali ispirare nella propria vita.

Spesso, commentando il comportamento di molti giovani, le persone, forse in modo anche un po' troppo semplicistico, affermano che “i ragazzi di oggi” non hanno più valori, non hanno nulla in cui credere, non hanno nessun interesse vero all'infuori del divertimento.
Ma è davvero così? E soprattutto, quali sono i valori che i giovani di ieri avevano e che i ragazzi di oggi dovrebbero avere?
Bisognerebbe, quindi, prima stabilire che cosa sono i valori morali e quale sia la loro funzione. Infatti, possiamo considerare “valori” tutte quelle regole, quei principi e quelle linee di condotta che permettono alle persone di costruire la loro esistenza, di stabilire le proprie priorità e di compiere delle scelte. E questo è tanto più importante per i giovani che, diventando grandi si trovano ad affrontare le difficoltà di un mondo che ancora non conoscono bene. Per noi ragazzi, quindi, è importante avere dei valori che ci guidino a fare le scelte giuste.

Ma come si fa allora a scegliere i valori “giusti”?
La letteratura e la filosofia per anni hanno cercato di darci, o in alcuni casi almeno di suggerirci, un indirizzo etico, perché fin dall'antichità gli uomini hanno riconosciuto quanto sia importante vivere seguendo una condotta. Sin da quando esiste la civiltà ci si è resi conto che la nostra vita non può essere considerata un mero insieme di bisogni biologici: il nostro scopo non è semplicemente quello di mangiare per preservare la nostra sopravvivenza e per mettere la continuazione della specie umana. Ogni uomo ha innanzitutto la capacità di ragionare, di decidere cosa fare per vivere in modo felice e completo la propria esistenza e per riuscire a vivere e a stare bene insieme agli altri. È così che inevitabilmente si sviluppa in ognuno di noi il senso di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, l'idea del bene e del male. Secondo me, dunque, arrivare ad avere dei forti valori morali a cui ispirarsi nell'agire quotidiano, significa per lo più compiere un percorso che di giorno in giorno, sbagliando o magari anche soffrendo, ci fa arrivare a capire a quello che per ognuno di noi è importante nella propria vita.
Ovviamente in questo percorso non siamo soli e sono proprio le persone che ci circondano ad influenzare il nostro cammino, ad indicarci le vie che potremmo seguire e che, poi inevitabilmente influenzano la scelta di quelli che saranno i nostri valori.
È dalla nostra famiglia che ci vengono le informazioni più importanti, è dalla scuola che possiamo imparare a scindere ciò che è buono da ciò che è cattivo, è dalla società che veniamo contaminati da idee, ideologie e modelli di vita e, ancora, è dall'appartenenza a confessioni religiose che nascono convinzioni e obblighi morali. E in tutto ciò ogni ragazzo deve compiere delle scelte, deve sviluppare la capacità di stabilire i suoi valori fondamentali, al di là di ogni imposizione. Un compito non facile che, sono convinta, si sono travati ad affrontare anche i “giovani di ieri”, ma forse con una differenza notevole: oggi, messaggi pubblicitari e società esterna hanno assunto una influenza maggiore che in passato.
E' dunque importante che i giovani abbiano una morale e forse è vero che a volte essi sottovalutano il loro ruolo e collegano la morale ad un insieme di proibizioni, ma è nella loro buona condotta che si cela la speranza del mondo: un futuro morale dipenderà solo ed unicamente da loro. Jonas parla di un'etica della responsabilità e forse è proprio di questo quello di cui dobbiamo parlare.
Il comportamento di oggi, le azioni di oggi, infatti, segneranno profondamente il domani e solo con la morale i ragazzi possono cambiare questo mondo e questo meccanismo sociale.
Ma noi giovani siamo in grado di capirlo tutto questo; il problema è che a volte non sono solo i giovani a non avere valori morali, ma anche i “grandi” hanno le loro responsabilità: quanti sono gli adulti che non seguono una condotta morale, mentre dovrebbero essere il nostro esempio?

Registrati via email