miriz18 di miriz18
Ominide 31 punti

tema sulla pallavolo


La pallavolo, la mia più grande passione


La pallavolo, per molti può essere considerato solo un semplice sport tanto per far passare la noia ma non è così anzi alla fine diventa uno stile di vita: ti alzi la mattina e il tuo primo pensiero è l’allenamento che ci sarà il pomeriggio o la prossima partita ma tutto ciò dipende da noi voglio dire; tutti pratichiamo qualche sport che viene scelto in alle nostre preferenze, c’è chi sceglie il calcio perché la sensazione di avere un pallone tra i piedi con il qual bisogna solo giocare e far vedere a tutti quello che si può fare è una sensazione fantastica o che sceglie la box perché in questo modo si può sfogare e ci sono tante altre opzioni. Io personalmente prima di intraprendere la pallavolo ho provato tanti altri sport come: il nuoto, il calcio, lab, l’equitazione, la danza; ma niente di tutto ciò è paragonabile alla sensazione fantastica che provo quando in una partita grazie a me si riesce a far punto o quando si sta perdendo ma insieme si è in grado di rimettersi in carreggiata e riuscire anche a vincere. Certo è anche vero che bisogna allenarsi costantemente, è necessario impegnarsi e metterci il cuore ma d’altronde questo vale per tutti lo sport. È una cosa c'è non bisogna mai fare è sottovalutarsi, è ovvio che se si è iniziato uno sport da poco non ci si può aspettare di essere i migliori, io personalmente non gioco da tanto nonostante ciò con l’impegno e la fatica sono riuscita a migliorare tantissimo. Inizialmente c’era una cosa che odiavo: l’attacco. Vi chiederete e per quale motivo? Semplice non riusciva a capire la parte tecnica quella riguardante i famosi tre passi poi salto e attacco, infatti è stata la cosa in cui ho impiegato maggior tempo per imparare ma ora ho capito come funziona e riesco a fare degli attacchi abbastanza forti:; la parte che invece preferisco è la battuta: più che altro perché mi aiuta a sfogarmi quando sono triste o arrabbiata inoltre vedere anche solo durante gli allenamenti che anche le migliori della mia squadra fanno fatica a ricevere le mie battute è una cosa fantastica anche perché questa è la dimostrazione che se ti impegni i risultati ci saranno. A parte tutte le cose che ci sono da imparare, e vi assicuro c'è ne anche troppe, c’è il legame che un'ora e tutte noi di una squadra perché dopo tanto tempo che si passa a stare insieme per via degli allenamenti inizia a crearsi un legame anche al di fuori dello sport. Io per lo meno ci sono riuscita, essendo sempre parte attiva della squadra sono riuscita a legare molto bene con la maggior parte della squadra; certo ci sono anche alcune ragazze con cui non vado per niente d’accorto, sono 3 ragazze, ma questa antipatia non c’entra più di tanto con lo sport noi non andiamo d’accordo dal principio certo è anche vero che si poteva evitare di litigare durante gli allenamenti ma dopotutto io non sono il tipo che si fa mettere i piedi in testa e forse anche per questo non mi sopportano, inoltre io mi sono sempre chiesta per quale motivo si comportassero in questo modo dato che non sono neanche tanto brave; ovviamente non voglio discriminare nessuno perciò ora basta parlare di questo perché non ne vale la pena.
Passo un po' a spiegarvi in generale quello che viene fatto agli allenamenti o anche in partita. Tutti voi avrete visto almeno una volta una partita di pallavolo o dal vivo o anche in TV e tutto ciò che vedete potrebbe anche sembrarvi una cosa facile da fare ma non è così, ad esempio per ricevere è necessaria tecnica, per palleggiare e attaccare anche ma la cosa essenziale è la battuta eh non solo può determinare la vittoria da parte di una squadra ma anche la perdita di questa, infatti se il pallone non passa dall’altra parte del campo non c’è neanche il gioco. Per molti la battuta è un incubo, non per me, il primo ostacolo che si incontra è quello di far passare la palla dall’altra parte, poi bisogna essere in grado di regolare la forza e infine bisogna riuscire a trovare il giusto equilibrio per far passare la palla dall’altra parte ma facendo in modo che quando raggiunga la persona che deve ricevere non sia troppo debole. Io inizialmente non riuscivo a far passare il pallone dall’altra parte poi però o ricevuto qualche suggerimento da un altro allenatore e ci sono riuscita. Questo allenatore, Stefano allena la serie D, mi ha aiutato molto anche con il palleggio; infatti io dovevo essere palleggiatrice perciò il suo aiuto mi è servito molto.
Ora come ora la stagione è finita e io non vedo l’ora sia settembre per poter ritornare a giocare con la mia squadra, anche perché nonostante noi ci raduniamo in spiaggia per giocare è diverso.
Per concludere vi dico che per me la pallavolo è la vita senza questo sport non saprei come andare avanti per me un pallone che cade in mezzo al campo è una parte del mio cuore che se ne va. Un ultima cosa questo è il mio motto: Finché batte il cuore,finché reggono le gambe. Ricordatevi che se amate qualcosa che sia uno sport o un ragazzo/una ragazza non arrendetevi mai.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email