Ominide 688 punti

TEMA: E’ un dovere di tutti -uomini di scienza e di cultura, cittadini di ogni professione e condizione sociale- prendere posizione riguardo ai problemi che riguardano tutta l'umanità, ma è anche necessario fare chiarezza senza assumere posizioni rigide o precostituite, prima di consoscere a fondo i vari argomenti di discussione.

Tutte le legislazioni si basano sulla libertà di pensiero e di parola a meno che, ovviamente, le idee di qualcuno non offendano gli altri. E’ un diritto e un dovere, dunque, avere proprie idee e prendere posizione su argomenti importanti che riguardano l’intera umanità.
Spesso però si tende a dimenticare questo concetto e insultare chi la pensa diversamente da noi. Per avere una prova di ciò basta accendere la televisione, ad esempio su canale 5 dove, ogni pomeriggio, nel programma di Barbara D’Urso vari ospiti si insultano e litigano perché hanno idee diverse; magari hanno ragione entrambi, però discutono perché nessuno è disposto ad ascoltare pensieri differenti dai propri. Oppure basta guardare un qualsiasi telegiornale, attraverso il quale i politici si scambiano messaggi, spesso poco amichevoli. Siamo costantemente circondati da esempi di persone che, per le loro idee, discutono, mettono in scena teatrini ridicoli, solo perché hanno dei pregiudizi che li portano a una tale ristrettezza mentale da ritenere inconcepibile persino ascoltare le idee altrui. Uno dei più grandi filosofi antichi, Socrate, basava la sua ricerca filosofica sui dialoghi, durante i quali, per portare il suo interlocutore alla verità con l'ironia, ‘demoliva’ i pregiudizi di colui con cui parlava. Socrate riteneva, infatti, che i pregiudizi ci portino ad avere idee sbagliate e che difficilmente ci rendono aperti al dialogo inteso come confronto di idee diverse che permettono di raggiungere un’opinione mediatrice. Tutti dovremmo cercare di mettere da parte i nostri preconcetti e dovremmo imparare un po’ di più dai filosofi antichi.

Ci sono poi, ovviamente, idee che possono essere più o meno giuste, ma la caratteristica comune a tutte le idee è quella di essere discutibili. Come diceva Protagora ‘l’uomo è misura di tutte le cose’, cioè ogni persona ha le proprie idee, che sono tali per i nostri valori e la nostra morale. Le persone che dicono ‘hai idee discutibili’ forse dovrebbero riflettere sul fatto che non ci sono dee non discutibili e che non ha senso esprimersi in quel modo, che spesso è usato solo per non dire a qualcuno che sta sbagliando.
E’ fondamentale, quando si ha un'opinione, essere in grado di esprimerla adeguatamente, senza offendere nessuno, bisogna poi ascoltare gli altri e soprattutto avere il coraggio e la coerenza di mettere in pratica ciò che si sostiene. Se ci facciamo influenzare dalla ‘massa’ e sopprimiamo ciò che in realtà pensiamo, non saremo mai in grado di mettere davvero in pratica i concetti che esprimiamo, perché non ci apparterranno mai davvero. Se dobbiamo mentire e far nostre idee che non condividiamo, allora è meglio fare come certe persone che non prendono mai posizione e non espongono mai il loro pensiero.
Bisogna sempre saper esprimere le proprie opinioni, prestando però attenzione al modo in cui le esprimiamo, dando ascolto a chi la pensa diversamente, essendo sempre pronti a cambiare idea, perché ammettere di aver sbagliato non è una cosa di cui vergognarsi, ma, anzi, una cosa di cui andar fieri.

Registrati via email