Sapiens Sapiens 3690 punti

OGM
E’ sempre di attualità il tema sugli OGM, in televisione, alla radio, sui giornali, spesso si parla di questo argomento così dibattuto e solente anche contrastato. Ma prima di esprimere una propria opinione e un proprio pensiero bisogna capire cosa significa e cosa rappresenta la parola OGM (organismo geneticamente modificato).
Un organismo geneticamente modificato (OGM) è un essere vivente che possiede un patrimonio genetico modificato, non tramite tecniche di miglioramento genetico classico (mutazione, incrocio e selezione), bensì tramite tecniche di ingegneria genetica che consentono l'aggiunta, l'eliminazione o la modifica di elementi genici.
La mia opinione è quella che sia giusto utilizzare gli OGM per scopi importanti, ma bisogna fare molta attenzione all’utilizzo perché potrebbe rovinare gli equilibri ecologici di un certo ambiente o habitat come disse anche ,il noto direttore della SISSA (scuola internazionale superiore di studi avanzati), il professore Edoardo Bonicelli in un articolo sul giornale torinese “La Stampa” qualche tempo fa.
Infatti bisogna approvare e finanziare i progetti come quello che era stato proposto all’ONU qualche anno fa di aiutare i paesi poveri del terzo mondo con queste nuove tecniche. La proposta avanzata era quella di permettere ad un gruppo di scienziati di creare degli organismi geneticamente modificati, come per esempio piante di granturco, spighe di grano e altri prodotti agricoli, da distribuire nei villaggi poveri. Infatti questi scienziati avrebbero potuto modificare gli organismi, per esempio inserendo i geni che resistenti alla siccità o alle malattie che potrebbero mettere a repentaglio la crescita delle piante.
E’ da dire però che immettendo degli organismi geneticamente modificati in un ambiente si corre il pericolo di turbare l’equilibrio della natura che vige dal tempo della formazione della terra. Per esempio qualche anno fa, nel acquario di Monaco, una addetto alla sicurezza delle vasche, si accorse che un tipo di alga tropicale era uscita da una vasca e che era arrivata fino al mare e in pochi anni tutto il mediterraneo ne era stato invaso.
Perciò non bisognerebbe abusare di questi OGM, ma limitarne l’uso. Certo, limitare non vuole dire vietarne l’uso o troncare la ricerca in questo settore, ma porre più attenzione, fare più ricerche ed approfondimenti prima di effettuare qualsiasi iniziativa.

Registrati via email