Erectus 514 punti

L'ipocrisia nella festa della donna
Quanta ipocrisia in questa ricorrente festa della donna, che si celebra tutti gli anni l'8 marzo. La donna va apprezzata e festeggiata tutti i giorni dell'anno. La nostra società invece la malmena, la stupra, la ammazza, tutti i giorni dell'anno tra l'indifferenza o quasi dell'opinione pubblica, celebrandola quasi come un acquietamento della propria coscienza sporca un solo giorno all'anno: l'8 marzo.
Fin dai tempi più antichi una delle condizioni più discusse è stata quella della donna. Esse sono sempre state considerate degli esseri inferiori. Questo era lo scopo della donna da punto di vista maschile. La donna ha faticato a lungo per acquistare la sua indipendenza e affermarsi nella società. Oggi si potrebbe affermare che finalmente la donna è libera, ma la strada da percorrere è ancora lunga. Perchè sempre più spesso sentiamo di donne massacrate, stuprate, maltrattate, sfruttate? Questa sarebbe l'importanza, la libertà, la dignità della donna? E proseguendo, non c'è solo chi malmena le donne, ma anche chi fa finta di niente, chi non denuncia, chi non l'aiuta e lascia che venga umiliata.
Che società è diventata quella in cui viviamo? Prima tratta la donna male e una volta all'anno la loda, la elogia, come se niente fosse, come se ogni giorno non vi sia una donna violentata o maltrattata.
Davvero non capisco perchè la gente sia tanto falsa e non faccia nulla per cambiare questa situazione. Ne sono disgustata, delusa, esterrefatta, e non riesco a darmene una spiegazione, nonostante provi a cercarla. Ogni scusa che potrebbe essere "valida" alla fine non ha più un significato, perché per questo non esiste una spiegazione. E' totalmente inaccettabile.
Quindi che senso ha festeggiare la donna una volta all'anno per poi maltrattarla tutti gli altri giorni? Forse sarebbe bene abolire questa ipocrita festa. Forse sarebbe ancora meglio trattare con rispetto la donna ogni giorno, anche senza festeggiarla l'8 marzo. Perché alla donna questo giorno non serve, se poi per gli altri 364 giorni è considerata come una nullità e la sua dignità viene calpestata.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email