La nostra Costituzione afferma che L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. Ciò significa non solo che ad ogni cittadino italiano deve essere garantita la possibilità di contribuire con il proprio lavoro alla vita sociale e economica del Paese, ma anche che ciascuno lo possa fare in base alle proprie attitudini, ai propri studi, alle competenze acquisite, alle abilità tecniche specifiche maturate. Invece pochi svolgono le attività per cui si sentono portati e per cui hanno studiato; molti sono costretti a impieghi di ripiego, a part-time e o “a nero”, senza possibilità di autorealizzazione nel lavoro né di gratificanti carriere; tanti, soprattutto nel Mezzogiorno, sono addirittura disoccupati, perennemente in attesa di prima occupazione o di una nuova opportunità.

Scaletta


1) Industria, capitalismo, disoccupazione: la disoccupazione come prodotto del capitalismo; il mercato del lavoro; i disoccupati come esercito di riserva della manodopera.
2) Le battaglie per il lavoro: manifestazioni di piazza e primo scioperi; ila lotta per la giornata lavorativa di otto ore; l’introduzione delle 40 ore settimanali; la conquista di condizioni più umane per i lavoratori di tutti i Paesi industrializzati; il diritto al lavoro nella Costituzione italiana.
3) La disoccupazione oggi: un problema che investe ancora il nostro Mezzogiorno; il lavoro “a nero”; lo sfruttamento della forza-lavoro.
4) Gli effetti della disoccupazione sul piano individuale e sociale: la depressione di chi non trova lavoro; il rischio della caduta nell’abisso della delinquenza; le cattive relazioni con familiari, parenti ed amici.
5) Come intervenire: i corsi di formazione per le professioni emergenti; maggiori spazi di mercato ed un uso migliore degli impianti industriali; valorizzazione dell’artigianato e del turismo, soprattutto nel Mezzogiorno; più sussidi ai disoccupati; più sgravi fiscali alle imprese che assumono nuovi lavoratori.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email