Il diritto alla salute


Il problema della salute interessa sempre più l’opinione pubblica e lo Stato, poiché rappresenta il bene più prezioso dell’uomo. Intesa non solo come assenza di malattia o d’infermità, ma come “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale”, la salute sta a cuore a tutti: uomini e donne, ricchi e poveri, giovani e anziani, contadini, operai, intellettuali.
La salute è il primo fondamentale diritto del cittadino, perché senza di essa tutti gli altri diritti risulterebbero gravemente compromessi e limitati. La salute però è anche un dovere verso noi stessi e verso gli altri, perché soltanto chi sta bene è in grado di recare il suo contributo di lavoro e di pensiero al progresso della comunità.
La salute non è quindi un fatto esclusivamente privato, non riguarda soltanto questo o quel cittadino. Essa è anche un fatto sociale, un preciso interesse collettivo. Appunto per questo la Costituzione stabilisce che “la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti”.
La salute però non è un dono che scende dal cielo, né può essere imposta all’uomo con la forza, contro la sua volontà. La salute significa anche e soprattutto impegnarsi, sforzarsi di stare bene. Quindi, come ogni altra libertà, anche la salute deve essere conquistata, conservata e difesa giorno per giorno. Certo, alcuni interventi possono essere attuati senza coinvolgere direttamente le popolazioni interessate, come nel caso della costruzione di un acquedotto o di una fognatura o dell’installazione d’impianti di depurazione, ma per numerosi altri interventi è indispensabile la cosciente partecipazione dei cittadini. Ad esempio, le vaccinazioni di massa, le indagini schermografiche, le stesse iniziative locali intese a prevenire una malattia infettiva o a evitare che si diffonda, risulterebbero sterili se non fossero comprese, volute e appoggiate dalle popolazioni interessate.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email