Tema: Le crisi economiche


Idee per lo svolgimento: Sembra che il nuovo secolo sia iniziato con buoni auspici per l’Italia, da un punto di vista strettamente economico. La diffusione delle nuove tecnologie ha incentivato la produzione industriale, ha incrementato i profitti delle aziende ed ha creato nuovi posti di lavoro (le cosiddette “professioni emergenti”) i quali, però, richiedono una formazione sempre più specializzata nei campi dell’informatica, dell’elettronica e della telematica. Insomma pare che il periodo nero, cominciato all’inizio degli anni Novanta del secolo scorso con la fine del benessere, stia per terminare, con buone prospettive finalmente anche per l’occupazione nelle regioni del nostro Mezzogiorno. Del resto è risaputo che, in economia, ad un periodo di crisi succede sempre uno di sviluppo: così avvenne negli anni della grande depressione, che dagli Stati Uniti ebbe ripercussioni in tutto il mondo, e nella seconda metà degli anni Cinquanta con il “boom economico” che interessò il nostro Paese appena risollevatosi dalle condizioni di disperazione in cui era stato gettato dalla seconda guerra mondiale.

Scaletta


1) Il rapporto tra la produzione ed il consumo: l’eccesso di capacità produttiva; la sovrapproduzione di capitali; le crisi sono dette “epidemiche” perché si propagano da un settore all’altro, da un Paese all’altro.
2) Le cause dello squilibrio tra produzione e consumo: una cattiva annata agricola; la chiusura degli sbocchi esteri alla produzione agricola ed industriale; la caduta della domanda a causa del basso tenore di vita; le calamità naturali.
3) Il passaggio dall’espansione alla depressione: la stagnazione degli affari; la disoccupazione; il ribasso o il crollo dei prezzi, dei salari, del profitto e dell’interesse.
4) I principali effetti delle crisi economiche: il fallimento di molte imprese; la disoccupazione; il pauperismo; la perdita dei risparmi investiti su azioni di imprese fallite.
5) L’economia italiana: il forte indebitamento dello Stato negli anni Settanta del XX secolo; l’enorme debito pubblico dei primi anni Ottanta; i programmi di austerità economica nei primi anni Novanta; l’attuale risveglio della nostra economia.
center]Inserisci qui il titolo dell'appunto
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email