Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Cambiamenti fisici nelle ragazze

temi svolti sui cambiamenti delle ragazze nel periodo della pubertà analizzati da un punto di vista biologico - medico

E io lo dico a Skuola.net
Cambiamenti fisici nelle ragazze
La pubertà femminile inizia circa 2 anni prima della comparsa delle mestruazioni, quando l'ipofisi la ghiandola situata alla base del cervello, comincia a se­cernere ormoni. Questi stimolano l'ovaio a liberare estrogeni, gli ormoni femminili responsabili dello sviluppo dei caratteri sessuali secondari. I seni sono i primi a svilupparsi. L'areola, ossia la zo­na pigmentata intorno al capezzolo, si allarga. Man ma­no che i seni crescono, vi si accumula del tessuto adi­poso che conferisce loro l'aspetto arrotondato. La completa formazione dei seni richiede circa 2 anni e mezzo e spesso un seno si sviluppa prima dell'altro. Contemporaneamente compare la prima peluria sul­la zona pubica, che gradatamente diventa più scura robusta, riccia e folta nel corso della pubertà. I peli sotto le ascelle compaiono all'incirca al momento del menarca, ossia del primo flusso mestruale. Il bacino si allarga e il tessuto adiposo tende a depositarsi sul ad­dome e sui fianchi. Il momento più significativo nello sviluppo sessuale femminile è rappresentato dal menarca. Stimolate dall'ipofisi, l'ovaio rilascia estrogeni e progesterone i due ormoni che controllano il ciclo mestruale. Le me­struazioni iniziano in genere a 13 anni, ma possono an­che comparire a lO o ritardare fino a 17-18 anni. Una ragazza non è di solito completamente matura e pronta a concepire fino ad alcuni mesi dopo la compar­sa del primo flusso mestruale, quando l'ovaio è in grado di provvedere alla mensile emissione di ovuli maturi. A questo stadio, anche l'utero si è ingrandito a sufficienza per accogliere un feto e viene secreto il liquido vaginale per facilitare il rapporto sessuale. Alcune ragazze accolgono la prima mestruazione come la promozione al loro futuro ruolo di donna e di madre; altre nel subconscio, temono le responsabilità e soprattutto le implicazioni sessuali legate a questo passaggio all' età adulta, e cercano di aggrapparsi ancora all’ infanzia. Questo è dunque un momento molto delicato anche dal punto di vista psichico nella vita femminile e, per quanto oggi giorno le ragazze siano meglio informate sul fenomeno della mestruazione rispetto al passato, è importante che la madre sia particolarmente vicina alla figlia offrendole comprensione e consigli. Il ritmo di sviluppo per le ragazze è estremamente variabile: nell'infanzia, le bambine sono in media 3 cm meno alte dei maschi. Tuttavia, lo scatto nella crescita si verifica prima, intorno agli 11 anni, così che a 13 anni le ragazze sono in media più alte dei loro coetanei. Le loro ossa crescono e raggiungono il completo sviluppo più in fretta, e circa un anno dopo le femmine hanno finito di crescere, proprio mentre i maschi loro coetanei iniziano lo sprint di crescita.
Contenuti correlati
Accedi con Facebook
Registrati via email