Ominide 41 punti

il bambino con il pigiama a righe


Il bambino con il pigiama a righe (The Boy in the Striped Pyjamas) è un film di Mark Herman, distribuito nelle sale italiane il 19 dicembre 2008. Il film è stato prodotto e realizzato in Gran Bretagna e Stati Uniti, invece il genere del film è piuttosto drammatico.

I personaggi principali sono:

1. Bruno: egli è il personaggio più importante del film, un bambino di otto anni che si è trasferito con la sua famiglia a causa del lavoro di suo padre, un ufficiale della SS. In realtà lui non sa bene di che cosa si occupi il padre, ma sa che è un soldato che "fa il bene della Nazione" e quindi si sente fiero di lui. La nuova casa, rispetto alla vecchia, è più triste; dalla sua camera si vede il campo di concentramento controllato da suo padre, però Bruno non si rendo conto di cosa sia e di cosa stia succedendo attorno a lui.
2. Schmuel: è un amico di Bruno, della sua stessa età, rinchiuso nel campo di concentramento. Si sono incontrati perché Bruno, nonostante gliel’abbiano vietato, stava “esplorando” in giro, dall'altra parte del giardino di casa. E così hanno fatto amicizia.

3. Padre di Bruno: ufficiale delle SS che giustifica ogni sua azione prendendo la scusa di essere soldato. Nasconde alla moglie le uccisioni degli ebrei nel campo e il vero scopo dei forni (ovvero di bruciare i cadaveri). Sua moglie appena lo scopre resta scioccata e traumatizzata.
4. Madre di Bruno: cerca di nascondere in ogni modo a Bruno l'esistenza del campo e quello che vi succede al suo interno. Dopo però aver saputo che gli ebrei vengono uccisi nelle camere a gas, cambia atteggiamento nei confronti del marito e decide di andarsene da quella casa con i figli.
5. Gretel, sorella di Bruno: all'inizio neanche lei sembra interessarsi alla guerra, poi, soprattutto dopo aver frequentato le lezioni del precettore, inizia a diventare una fanatica di Hitler e butta tutte le sue bambole, affermando che ormai era diventata grande e che non ha tempo per quelle sciocchezze, mentre la gente muore e soffre.
6. Kurt: giovane soldato per cui la sorella di Bruno prende una cotta. Prova odio per gli ebrei e, infatti. tratta male l'ebreo che lavora in casa di Bruno. Viene poi trasferito al fronte, perché i suoi superiori hanno scoperto che i suoi genitori non avevano aderito al nazismo.

Quello che vuole trasmettere il film è che tra i due bambini si è creata un’amicizia speciale e che si deve andare oltre i contrasti di classe sociale. Ciò che ha colpito del film a me e a Silvia è il fatto che esseri umani uccidono altri esseri umani in modo violento e incomprensibile. La colonna sonora secondo noi ha reso il film più deprimente.
Il momento più suggestivo è senza dubbio quando Bruno si offre volontariamente di aiutare il suo amico ebreo a cercare il padre scomparso entrando deliberatamente nel posto che lo porterà alla morte, e questa è la dimostrazione che solo un'anima pulita e candida riesce a superare l'ignoranza del razzismo e delle discriminazioni razziali. Il film ci è piaciuto molto e ci ha insegnato che non si deve tenere conto delle classi sociali nella vita.

Il professore d'italiano afferma che siamo tutti uguali, indipendentemente dal colore della pelle, ma a mio avviso ciò non è del tutto vero perché ciò che ci rende unici e differenti l'uno dall'altro è la nostra personalità, le nostre caratteristiche. E in merito all'essere normali, insomma, cos'è l’essere normale? Non esiste la normalità, chi è una persona normale? Se esiste, molto probabilmente è una persona noiosa e monotona, quello che una persona intende per essere “normali” vuol dire per lui, essere uguale ed egli, ma non è possibile, al massimo si può avere solo qualcosa in comune.
L’unica cosa che l’umanità ha in comune, nessuno escluso è che siamo di razza umana, dato che non esistono altre razze. Infatti, una delle cose che mi hanno praticamente scioccato del film è stata quando un personaggi ha detto che gli ebrei non sono persone, considerandole come oggetti.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email