Adolescenza


L'adolescenza è un periodo della vita dove ci si sente troppo grandi per essere piccoli e troppo piccoli per essere grandi; l'età di inizio e quella di fine vengono convenzionalmente segnate intorno ai 13 e ai 20 anni ma i confini sono molto labili e tendono ad allargarsi a causa di un prolungamento dell'adolescenza che si è verificato nell'ultimo decennio circa. Durante l'adolescenza coloro i quali sono soggetti a questi cambiamenti sono spaesati e tendono ad essere irascibili perché non abituati ai cambiamenti che stanno avvenendo loro e che li condurranno verso l'età adulta che si prospetta lontanissima. Una delle principali fonti di disagio sta diventando, nostro malgrado, la paura dei giudizi altrui a causa dei social media. I social network consentono all'adolescente in crisi con se stesso di mettersi in mostra su portali multimediali che conferiscono visibilità e popolarità, anche grazie ai likes ricevuti. Capita che ci si ritrovi in un circolo vizioso portato dall'insoddisfazione poiché le proprie aspettative di "mi piace" non vengono realizzate e si inizia a puntare a numeri maggiori così da rimanere maggiormente delusi. Ma può essere possibile che degli adolescenti si trovino in simili loop dannosi per sé e per gli altri? Ebbene sì e sempre più gente ne soffre. Tutto questo ricopre l'adolescenza di una "patina" che cela ai nostri occhi i suoi aspetti migliori e ci induce a pensare, parlare e agire come ci viene proposto dai mass media, fedeli compagni che stringono e ci stritolano in una morsa da cui diventa sempre più difficile uscire.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email