Ominide 41 punti

Videogiochi, cattivi maestri

I videogiochi sono una forma di intrattenimento che piace a tutti i ragazzi. Ma alcuni, soprattutto i più violenti, possono essere molto nocivi. Innanzitutto, perchè i ragazzi che giocano con i giochi violenti diventano a loro volta aggressivi e violenti,perchè imitano mosse viste nel gioco. Poi peggiorano anche il loro rendimento a scuola, e polemizzano con gli insegnanti. Gli adolescenti che giocano di più con questi tipi di giochi sono proprio i più influenzabili,e spesso non hanno figure di riferimento con cui identificarsi o non sanno distinguere la realtà virtuale da quella vera.
Ci sono però quelli che vanno contro questa tesi.Ad esempio il dr. Steven Johnson esalta i videogiochi violenti e la tv spazzatura, perchè dice che allenano il cervello alla logica e al riconoscimento dei problemi. Altre persone comunque dicono che i giochi violenti sono uno sfogo dell'aggressività che nella realtà dev'essere tenuta a freno. La drammatizzazione della violenza diventa infatti un modo per riconoscerla e contenerla. Ma comunque in realtà quasi tutti gli psicologi dicono che i videogiochi violenti sono dannosi e nocivi,e possono essere utili solo se giocati in compagnia

Registrati via email