LA DROGA

Uno dei problemi che affligge la società di oggi è la droga. Quando si parla di droga ci riferiamo a quelle sostanze psicoattive che producono effetti sul sistema nervoso modificando l'equilibrio fisico e psitico dell'organismo. Sul mercato circolano vari tipi di droga, le più leggere come la maryna e l'hasish, e quelle più pesanti come la cocaina e l'eroina. Ci sono delle droghe naturali che derivano dall'albero di coca e dal papavero oppiaceo e delle droghe artificiali, che vengono prodotte nei laboratori come le anfetamine. I giovani, credono, di realizzarsi come uomini, di diventare felici. Si illudono di trovare nella droga tutto ciò che la vita non riesce a garantire. Ognuno di noi ha i suoi sogni, le sue speranze, che spesso non trovano possibilità di realizzarsi, ma non per questo dobbiamo arrenderci e sentirci sconfitti. L'importante è coltivare legami d'affetto, di amicizie, di stima e di fiducia con chi ci sta intorno. Dobbiamo avere la forza di superare i momenti di depressione. Quando eravamo bambini credevamo di poter fare e avere tutto e subito. Diventando grandi ci accorgiamo che il tutto e il subito non c'è. Invece, prendendo la droga ci si crea un mondo di progetti immaginari, si ha l'impressione di essere + adulti. I ragazzi per pagarsi quel veleno che li poterà ad una morte sicura, si riducono alla miseria. Arrivano a tutto, anche alla violenza, e per questo il drogato non danneggia solo se stesso , ma è anche pericoloso per la società che lo circonda. Il drogato, prima o poi, diventa dipendente alla droga. Agli inizi, essa, da la sensazione di dimenticare delusioni e problemi, ma solo per un breve tempo puo darci l'illusione di aver risolto i problemi della nostra vita, subito dopo, ci lascia più soli di prima. Capita spesso di sentirsi inutili. Poi ci si rende conto che questo non serve per tirarsi su di morale, allora ci si deprime e se ne prende di più perchè il corpo si abitua. Non si puo fare più nulla senza la droga una volta che sei entrato in questo giro terribile. E' un mondo che porta anche alla prostituzione. La sola cosa che importa al drogato, è di sapere se ci sarà droga, da dove viene e se è buona. Spesso i ragazzi iniziano a fare uso di queste sostanze, seguendo il branco. Fare parte di un gruppo di coetanei è un'esigenza fondamentale e necessaria per imparare ad assumersi delle responsabilità. Ma se manca uno scopo o un impegno comune, dopo un pò anche il gruppo non funziona più. Si è insieme, ma ciascuno è chiuso dentro di se.La solitudine è totale. Ci si annoia e ci si trova profondamente delusi. Mentre con questi eccitanti si ha l'impressione di passare bellissime serate con gente superinteressante. Forse molti ragazzi sono spinti a provare queste sostanze anche perchè non comunicano con gli altri , dopo un pò ci sentiamo insicuri, soli e con tante paure. E per questo, a volte, ci si accosta al sentiero della droga. Infatti, come abbiamo studiato nel brano antologico "storia di Renato", Renato, sentendosi solo e non comunicando con la sua famiglia, inizia a trovare la felicita con la droga. Con gli altri era sempre timido, pieno di inibizioni, e aveva paura di non essere accettato, allora, spinto dal branco inizia prima a fumare, per poi passare a cose più pesanti come la droga. Lui fortunatamente, un giorno, apre gli occhi e si rende conto di quello che stava facendo, cioè autodistruggersi. Grazie al suo ex allenatore di calcio, che gli ha parlato da uomo a uomo,, senza pietà, e anche grazie ai servizi pubblici, egli riesce ad uscire da questo tunnel molte volte senza via d'uscita. Anche se non è stato facile, ora è contento e fa di tutto senza droga. Per risolvere il problema della droga occorre punire gli spacciatori e i trafficanti, estendere le strutture sanitarie, e informare le nuove generazioni sui pericoli e i rischi che essa comporta. Spero che con la collaborazione di tutti, riusciamo a sconfiggere questo grave problema della società, anche perchè abolendo la droga, si abolisce anche la maggior parte della violenza.

Hai bisogno di aiuto in Saggi brevi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email