Ominide 50 punti

Donna Oggetto

In passato la donna era un accessorio del capo famiglia, padre o marito.
Le discriminazioni nei confronti delle donne è un problema mondiale, in alcuni casi molto grave rispetto ad altri, ma pur sempre presente. Al giorno d’oggi le donne occidentali si sono inserite nel mondo del lavoro e hanno gli stessi diritti degli uomini. La speranza di vita delle donne è aumentata grazie al miglioramento dell’assistenza sanitaria e alla consapevolezza delle donne.
Dal rapporto annuale dell’Unicef che riguarda la condizione delle donne, emergono dati sconcertanti: milioni di donne subiscono violenze carnali, che oltretutto non possono denunciare. L’età in cui queste donne sono sfruttate non ha limiti, tutte allo stesso modo, si può passare dalla morte delle piccole bambine, alla violenza fisica di donne adulte. Le violenze fisiche riguardano anche la mutilazione genitale e si riscontrano casi di AIDS per via della scarsa conoscenza di questa malattia. La discriminazione inizia però dalla nascita, infatti, le bambine hanno poche possibilità di essere istruite e nei paesi in via di sviluppo circa un quinto non completa le scuole elementari.
Anche in campo lavorativo c’è una nuova considerazione della donna. Questo cambiamento è dovuto dal fatto che la maggioranza delle donne occupate sono concentrate nei lavori meno retribuiti. Molte, non trovando lavori a tempo pieno, lavorano part – time visto che si occupano anche della famiglia. Quando invece svolge un lavoro retribuito, riceve a parità di lavoro una paga notevolmente più bassa dell’uomo.
Nei paesi occidentali vengono trattate come schiave, vengono violentate dagli stessi mariti e devono stare in silenzio e subire. Non possono camminare da sole per strada, non possono lavorare, studiare e farsi curare negli ospedali ma dal 1997 possono entrare solo in cliniche private o in ospedali malridotti. Solo i maschi possono esercitare negli ospedali, ma non hanno il diritto di curare né di operare una donna. Inoltre devono nascondersi sotto il burka, un velo che le copre completamente e lascia passare solo lo sguardo attraverso una reticella di tessuto.
In ogni caso, uomo e donna, in quanto esseri umani, hanno pari dignità sia in una dimensione laica della vita che in una prospettiva religiosa.

Registrati via email