pippily di pippily
Ominide 50 punti

I TRASPORTI TERRESTRI

Con il termine TRASPORTI (dal latino trans: attraverso, portare) si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro. Il settore dei trasporti terrestri presenta diversi aspetti e può essere classificato in:
-TRASPORTO SU STRADA FERRATA: Ex mezzi su rotaia: treno….
-TRASPORTO TERRESTRE SU STRADA ORDINARIA: Ex mezzi su strada:
-veicoli a motore autobus, autocaravan, autovetture, filobus, motocicletta, pullman, scuolabus, taxi…;
-veicoli non funzionanti a motore: bicicletta…

LA RETE STRADALE

La strada (da strata: strati) è una porzione di territorio, utilizzata dall'uomo per facilitare lo spostamento di persone e merci fra due luoghi. Sin dai tempi più antichi la strada è sempre stata di importanza fondamentale per le comunicazioni, un chiaro segno di evoluzione della civiltà ed ha rappresentato una forte spinta al processo di sviluppo. Nate nel XX secolo le strade sono passate dal fondo in terra a quello in asfalto. Vi sono 3 tipologie di strade ordinarie:

-Strade statali: (SS) strade considerate di interesse nazionale, gestite dall'amministrazione dello Stato. Molte di esse conducono ai confini di Stato, a porti marittimi o aeroporti internazionali, a importanti centri urbani o località turistiche. I tracciati di alcune statali ricalcano il percorso delle antiche vie consolari romane.

-Strade provinciali: (SP) si tratta delle strade considerate di interesse regionale o inter-regionale che solitamente collegano capoluoghi di provincia. Anche se la proprietà di queste strade appartiene alle singole regioni, la loro gestione spetta alle province.

-Strade comunali: (SC) strade considerate d'importanza comunale. Conducono a città o paesi del circondario o verso campagne o zone industriali fuori dal centro urbano.

Autostrade: strada, in alcuni paesi a pedaggio, progettata per agevolare la circolazione veloce di grandi volumi di traffico, in alternativa una strada normale non garantisce la stessa capacità di transiti. Per definizione l'autostrada può essere a doppia carreggiata, con almeno quattro corsie larghe (due per ogni senso di marcia). Percorribili soltanto da automobili, camion, autobus e motociclette>150cc. Secondo i paesi, variano i limiti di velocità, particolarmente severi per i mezzi pesanti, per i quali ci può essere anche un divieto di circolazione in certi periodi.

Superstrade: detta anche strada extraurbana principale è classificata come strada di tipo B. Ha delle limitazioni al transito per i veicoli non a motore (biciclette e similari) e per quelli a motore di bassa potenza e velocità. Per quanto simili, come configurazione, alle autostrade non sono assimilabili a queste ultime in fatto di limiti di velocità. In Sardegna abbiamo superstrade come Largo Carlo Felice.

VEICOLI

Auto:
Privata: mezzo proprio di una persona, che comincia a non essere più utilizzato per spostamenti fuori regione/continente/Stato.

Noleggio: il cui utilizzo da parte del richiedente avviene dopo aver stipulato un contratto rent-a-car con un azienda di noleggio auto, per un determinato periodo di tempo. È consegnata al cliente senza libretto di circolazione ma con l’assicurazione e col pieno di benzina e sarà il cliente stesso il responsabile di eventuali danni;

Taxi: che effettua servizio di trasporto di passeggeri, urbano (Ex: Cagliari-borgo S.Elia) o extraurbano (Ex: Cagliari-Quartu) specificatamente in una città con alla guida un taxista che utilizza un autovettura idonea ed ha in possesso una licenza specifica rilasciata dal Comune di competenza. Effettua trasporto.

Pullman: A questo gruppo di veicoli appartengono grandi veicoli stradali che servono per il trasporto di diverse persone. In Italia, il trasporto extraurbano (per lunghe distanze) effettuato per mezzo di autobus di linea non è molto diffuso. Collegano, a prezzi relativamente modesti, paesi e città distanti anche migliaia di Km. La nascita di questi servizi si spiega con il fatto che certe località non sono facilmente raggiungibili, o lo sono con difficoltà, con altri mezzi di trasporto. L’organizzazione più importante che interessa l’Italia è l’Eurolines, frutto di accordi fra alcune delle maggiori aziende europee di trasporti stradali (SITA).

Servizio di linea pubblico-giornaliero: effettuato secondo orari e tariffe prefissate stabilite dalla società competente.
- Interno:
*urbano: con prevalenza di posti in piedi, destinato al trasporto cittadino a breve raggio (Ex: Cagliari-borgo S.Elia)
*extraurbano: destinato a percorsi di media lunghezza (Ex: Cagliari-Quartu) o lunga distanza tra più località della regione.
- Nazionale: effettuato all’interno di un’unica Nazione.
- Internazionale: effettuato tra più Nazioni, nel caso in cui dei clienti desiderino spostarsi dalla propria città verso una città straniera (Ex: Lombardia-Germania). In Sardegna questa tipologia di trasporto è inesistente.

Servizio charter: pullman che possono essere noleggiati presso un'azienda di trasporto (in possesso di licenza di noleggio) con o senza autista, dopo aver stipulato con essi un contratto di noleggio. L’obiettivo, scopo, svolgimento del tragitto viene definito dai noleggianti (Ex: scolastici,escursionistici…). Non sono autorizzati a fermarsi sulle strade pubbliche e sulle piazze al fine di far salire i passeggeri. Per viaggi tali si impiegano pullman GT (Gran Turismo) dai 10 sino agli 80 posti, dotati di ogni comfort (sedili reclinabili, climatizzazione, vetri atermici, frigobar, toilette…). Ha il vantaggio di non costare eccessivamente e il suo sviluppo è in crescita. Le tariffe di noleggio, sono determinate dal mercato e dipendono anche dal tipo di pullman utilizzato e dal numero di passeggeri, in genere, possono essere:
- forfettarie: prevedono un chilometraggio minimo garantito. Per il chilometraggio in eccedenza scatta una tariffa supplementare. In alcuni casi è possibile usufruire di tariffe a chilometraggio illimitato, per cui si paga un unico importo per i km che presumibilmente saranno percorsi. In tutte le tariffe sono quasi sempre compresi:

-pedaggi autostradali italiani ed esteri: è la tassa che si paga al gestore (statale o privato) dell'infrastruttura, secondo una tariffa proporzionale alla distanza percorsa. La tassa serve al risarcimento dell'ente che si occupa della costruzione e della manutenzione dell'opera. Il pagamento del pedaggio avviene solitamente in entrata od in uscita dal percorso autostradale e viene riscosso con denaro contante presso le barriere, tramite del personale addetto. Recentemente si parla sempre più di un pedaggio per l'ingresso nelle grandi città (Pedaggio urbano) quale provvedimento contro il traffico e l'inquinamento atmosferico.
*Italia: si paga il pedaggio autostradale su tutto il territorio “autostrada del sole” (tranne nelle Isole).
*Austria: si acquista un bollino con disegno+bollo all’entrata della Nazione (presso le barriere dell’autostrada).
*Francia: si paga il pedaggio autostradale (che è molto più caro di quello Italiano, in quanto è proporzionale al potere d’acquisto della moneta).
*Croazia: si paga il pedaggio secondo i km esatti che saranno percorsi, pertanto è opportuno conoscere l’itinerario.
*Spagna: si paga il pedaggio autostradale.
*Germania: non si paga nessun pedaggio, mentre invece si fa la denuncia IVA.
-diaria dell’autista: quando sono previsti pernottamenti
- a chilometraggio: per poter redigere il preventivo economico del noleggio viene presa in considerazione la quotazione effettiva:
*lungo chilometraggio: considerando il numero di km che saranno percorsi per giungere a destinazione.
* corto chilometraggio: considerando il numero di km che il pullman percorre giornalmente.
* IVA 10% per i pullman o 40% per i pullman a due piani(doppi pullman)
* quota comprende: IVA, pedaggi, parcheggi, permessi.
* quota non comprende: vito e alloggio autista in una struttura ricettiva.
- distanza oraria: pagamento del noleggio in base ai tempi di percorrenza. Km in rapporto alla velocità: KM___
Velocità
Se si fanno delle soste per concedere un po’ di relax ai passeggeri e agli autisti , anch’esse saranno prese in considerazione.

CARTE STRADALI

Sono numerosissime e di vario tipo. Si tratta di strumenti utilissimi non solo per gli automobilisti. Segni convenzionali riportati in leggenda ne facilitano la lettura (tondini, quadratini, bandierine, linee…). Saperla leggere bene è importante per definire con precisione gli itinerari redatti dai T.O. Per ogni itinerario devono essere previsti degli itinerari alternativi.
Le superfici vi sono rappresentate in dimensioni ridotte: scala (che indica quante volte è stato ridotto un determinato territorio; tanto più dettagliata la rappresentazione quanto più bassa la scala) che può essere:
numerica: Ex: 1:200000
grafica: con uno schemino che indica a quanto corrisponde la riduzione del territorio nella realtà.
Per poter determinare la riduzione in scala si imposta l’equivalenza secondo le misure di lunghezza (km, hm, dam, m, dc, cm, mm):
ex: 1.200000 si trasforma cm.1= 0,01m.
si moltiplicano i m. per i cm della scala m.0,001x200000cm. = 2000m.
si trasformano i m. in km. m.2000 = 2km

Registrati via email