*mary* di *mary*
Habilis 1930 punti

Il turista che per la prima volta si aggira fra i monumenti più famosi di Parigi, verrà assalito da un’infinità di impressioni diverse. Parigi è una metropoli con più di 10 milioni di abitanti ed è una delle zone di concentramento urbano più densamente popolate.
Mediamente ogni anno vengono a visitarla 11 milioni di turisti; per questa offre più hotel e alberghi di qualsiasi altro posto del mondo. Ospita 13 università, più di 300 cinema, oltre a 100 musei e 100 teatri. Le prime cose che ci vengono in mente sono senza dubbio l’amore e la cucina, infatti si dice che i francesi siano dei maestri in questi 2 campi.
Parigi è la capitale della Francia e capoluogo del dipartimento Ville de Paris. E’ tra le più vaste e popolate città del mondo e costituisce il simbolo dello stato francese. L’espansione si attua non in forma concentrica, bensì tentacolare; la Senna divide la città in due parti irregolari: la Rive Droite dove ferve la vita commerciale, amministrativa e giudiziaria, e la Rive Gauche dove ci sono i principali centri di studio (La Sorbona, l’Ecole polytecnique, il Collège di France ecc).

La posizione geografica e il clima temperato-continentale hanno contribuito allo sviluppo economico, culturale, artistico e turistico della città. E’ sede di tutte le grandi organizzazioni internazionali, quali l’U.N.E.S.C.O. e sino al 1966 la N.A.T.O.
Ha tre aeroporti; i due più grandi (Orly e Charles-de-Gaulle) la collegano con il resto del mondo.

Nelle zone più raffinate, cioè nella rive droite, domina lo stile BCBG che significa Bon Chic Bon Genre, cioè uno stile sobrio che non darà mai nell’occhio. Diversissimo il quadro che ci viene proposto dall’altra parte della Senna: c’è di tutto, le vetrine dei negozi offrono tutto ciò che si cerca per qualsiasi stile.
Il turista può andare a visitare le antiche residenze reali o ciò che di esse rimane: la meta più prediletta è la reggia di Versailles, il più grandioso esempio di sfoggio e sontuosità lasciatoci dal Re Sole. Al contrario, non è rimasto nulla della Bastiglia, ad eccezione di qualche pietra che è visibile solo da una linea della metropolitana. Infatti, persino un tragitto in metro si può trasformare in un viaggio nella storia. Troviamo stazioni e fermate come Austerlitz, Richelieu, Charles de Grulle, Stalingrad…
Non bisogna dimenticarci di dire che è impossibile vedere Parigi nella sua completezza.
Sicuramente i luoghi più belli e interessanti da visitare sono moltissimi. Per esempio, non bisogna perdere la vista dalla scalinata del Sacrè-coeur al tramonto, è uno spettacolo incredibile.

Inoltre, tappa d’obbligo per tutti turisti, è la gita in battello lungo la Senna. Almeno una giornata bisogna dedicarla allo shopping, dato che siamo nella città capitale della moda: passeggiata per l’Avenue des Champs-Elysées, il viale delle boutiques più rinomate (e costose!) e qualche ora sicuramente nel gran magazzino Lafayette, organizzato in 7 piani…favoloso! Durante il periodo di saldi, è impossibile quasi entrare, e per visitare uno dei negozi al piano terra come Gucci, Luis Vuitton e Prada bigogna stare in file interminabili. Ne vale sicuramente la pena, se si hanno soldi da spendere. La profumeria che si erge al centro del piano terra, sotto la grandiosa cupola, è la seconda al mondo per grandezza.
Un’altra tappa da non perdere è DisneylandParis, un parco divertimenti che fa sognare sia i piccoli che i grandi.
Per una passeggiata in mezzo al verde, consiglio i Giardini di LUssemburgo.


Monumenti.
L’impronta del classicismo è presente più che mai: il Pantheon, Place de la Concorde ecc.
Tra le piazze da visitare, Plase des Vosges, dove si dilettano artisti di strada e dove ha vissuto Victor Hugo e la pittoresca Place du Tertre nel quartiere di Pigalle.
Nel secolo scorso furono impiantati i grandiosi boulevards e le ampie avenues.
Le trasformazioni operate nel quartiere Les Halles furono molto protestate. Infatti i vari mercati furono sostituiti da giganteschi centri commerciali. Ci furono moltissime critiche, all’inizio, per il centro culturale Georges Pompidou, caratterizzato da tubi colorati che racchiudono le facciate in vetro (possiamo vedere una facciata nel cartellone). Molto presto però le critiche si trasformarono in giudizi entusiasti.

Alla fine del 1800, più precisamente nel 1889, risale la mitica Tour Eiffel, alta 300m, costruita da A. G. Eiffel per l’esposizione universale.
Tra le chiese più famose, probabilmente la prima che ci viene in mente è sicuramente la cattedrale di Notre-Dame, in stile gotico e rinomata per le sue vetrate dei tre rosoni e la stupenda Sainte-Chapelle, nal palazzo di giustizia, è un raro gioiello di architettura gotica.
Fra le nuove costruzioni che stanno cambiando il volto di Parigi, so cita la Cité des Sciences et de l’Indistruie-La villette: esso è un parco completamente futuristico (ha infatti un cinema enorme con lo schermo a 172°, per vedere in tutte le prospettive).

Musei.
I due musei più importanti e visitati della città sono il museo del Louvre e il museo d’Orsay. Quest’ultimo è la ristrutturazione che un tempo era una stazione di treni, in fatti si può ancora oggi ammirare la struttura, che ricorda appunto una stazione.
Il Louvre si potrebbe definire qualcosa di più di un ‘super’ museo: la nuova entrata è sotto la piramide di vetro. Qui troviamo, oltre alle opere, boutiques, ristoranti, un ‘Virgin-Megastore’ e durante la settimana della moda hanno luoghi spettacoli. Ogni anno ci sono 6 milioni di visitatori; il museo comprende 7 sezioni. Le opere più importanti, e possiamo dire che solo loro attirano la maggior parte dei turisti provenienti da tutto il mondo, sono 3: la Gioconda di Leonardo, la Venere di Milo e la Nike di Samotracia. Da vedere assolutamente la sezione egizia.
La biblioteca Nazionale è una delle più grandi e fornite del mondo, infatti la superano soltanto quelle di Mosca e Leningrado. Possiede oggi circa 5 milioni di volumi e 130.000 manoscritti.

Il museo dell’arte contemporanea e moderna è Beaubourg, al cui interno non solo c’è il museo, ma si può trovare di tutto: ristoranti, una biblioteca immensa, centri di registrazione, una cineteca ecc.

Registrati via email