Ominide 2991 punti

Fenomeno dell'incumbent


La trasformazione di un mercato da monopolistico a concorrenziale comporta un aumento di AC in quanto si riduce la capacità dell'impianto.
La necessità è quella di coniugare l'esigenza sociale che dice è meglio la concorrenza (ad es Italo e Trenitalia) con l'esigenza imprenditoriale che dice è meglio il monopolio (solo Trenitalia o solo Italo)
Questo problema è stato risolto obbligando l'incumbent, cioè l'impresa già operante che è Trenitaia deve dare in concessione l'utilizzo delle tracce ferroviarie. Così il costo medio continua ad essere basso: perchè la riduzione di AC dipende dalla riduzione del costo fisso, che rimane uguale perchè i binari sono sempre gli stessi in quanto Italo non ha dovuto costruirne dei nuovi ma ha utilizzato quella già esistente.
Con questo stratagemma chiamato "unbundling" cioè spacchettamento è stata coniugata l'esigenza aziendale (riduzione di AC) e quella sociale (annullamento perdita secca).
Il problema ora si sposta sul canone d'uso delle infrastrutture, cioè quando il governo obbliga Trenitalia a far usare a Italo i binari, che dovrà pagare un pedaggio stabilito dall'autorità per la concorrenza.
Inoltre le imprese incubents devono considerare che comunque la maggior parte delle infrastrutture sono state costruite a carico della collettività aumentando le tasse.
Questa soluzione al fallimento del mercato è un tipico caso di politica economica che interviene nel settore privato per stabilire un comportamento antitrust in questo caso.
Quindi Italo e Trenitalia non possono fondersi (monopolio naturale: c'è sempre la tendenza insita tra queste due società a mettersi d'accordo).
Importante: questo vale anche nel settore delle compagnie aeree.
Un riflesso importante di questo obbligo che c'è nei confronti dell'incumbent di aprire il mercato è la Low cost. La concorrenza in alcuni casi riesce a migliorare non solo i profitti della propria impresa ma anche i profitti dell'impresa concorrente
Hai bisogno di aiuto in Tecnico Turistico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email